Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

L'incognita giustizia sulla crisi

E' il vero tema della rottura Renzi-Conte, e ora c'è l'inchiesta su Cesa e Udc

Paolo Mazzanti 22/01/2021

 L'incognita giustizia sulla crisi L'incognita giustizia sulla crisi Altro che Mes, vaccini, Pil. La vera rottura di Renzi con il governo è avvenuta sulla giustizia, mentre l‘inchiesta di Gratteri sulla ‘ndrangheta azzoppa l’Udc, causa le dimissioni del segretario Lorenzo Cesa e gli arresti dell’assessore Udc al Bilancio della Calabria Francesco Talarico. Solo la giustizia spiega lo strappo di Renzi, dopo aver ottenuto il risultato delle modifiche sul Recovery Plan, la disponibilità di Conte a cedere la delega all’Intelligence e la prossima nomina dei commissari per le infrastrutture. Quelli erano solo pretesti, mentre la vera svolta Iv la voleva imporre sulla giustizia, sulla prescrizione e sui trojan nei telefonini, ma Renzi non lo poteva sbandierare, visto che è indagato insieme ai genitori e alla Boschi.
 
E forse non è stato casuale che Conte in Senato abbia colto al volo l’anniversario della nascita di Borsellino (19 gennaio) per proclamare l’assoluta priorità della lotta alla mafia. E non è un caso che dopo aver votato a favore dello scostamento di bilancio, Iv preannunci il voto contrario sul Piano giustizia di Bonafede, che arriverà in Parlamento mercoledì. Su una politica meno “giustizialista” e più “garantista” Renzi sa di trovare orecchie sensibili anche nel Pd, come dimostra il capogruppo al Senato Marcucci (ex renziano) che ha chiesto a Bonafede di modificare la sua linea e lo stesso Bettini, favorevole a una maggiore attenzione ai diritti della difesa. E vedremo come le accuse a Cesa e Talarico influiranno sulla crisi: i parlamentari Udc faranno quadrato sull’ex segretario e sull’assessore calabrese e dunque si allontaneranno dalle ipotesi di dialogo con Conte, oppure ne approfitteranno per abbandonare un partito che rischia di affondare nei sospetti infamanti di collusione con la criminalità organizzata? Purtroppo la legalità si conferma la vera “pietra d’inciampo” della nostra politica.
 
Altre sull'argomento
Perché è caduto Conte ed è arrivato Draghi
Perché è caduto Conte ed è arrivato Draghi
Gentiloni proietta le ragioni della crisi sullo scenario europeo e ...
Grillo, l'antistato diventa sistema
Grillo, l'antistato diventa sistema
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Il Recovery Plan di Draghi
Il Recovery Plan di Draghi
La bozza Conte non viene smantellata, ma affidata al ministero dell'Economia
L'Italia appesa a
L'Italia appesa a "Rousseau"
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.