Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Bibi' e Bibo', cantori del dialogo

Bettini e Brunetta sono i teorici dei nuovi equilibri politici

Paolo Mazzanti 01/12/2020

Renato Brunetta e Goffredo Bettini Renato Brunetta e Goffredo Bettini Non potrebbero essere più diversi: uno maestoso, pantagruelico, oracolare e per lo più immobile; l'altro piccolo, nervoso, iperbolico e sempre in moto. L'uno rampollo di una nobile famiglia marchigiana; l'altro figlio di un ambulante veneziano. L'uno ex comunista e oggi coerentemente piddino; l'altro ex socialista di sinistra "tendenza De Michelis", poi berlusconiano senza se e senza ma. Eppure Goffredo Bettini e Renato Brunetta, quasi coetanei tra i 68 e i 70, si ritrovano singolarmente appaiati: sono i teorici e i cantori del dialogo tra maggioranza e opposizione e si spingono persino a ipotizzare una nuova maggioranza "Von der Leyen" che unisca i partiti che il 16 luglio 2019 votarono nell'Europarlamento per la presidente della Commissione europea: Pd, M5s e Forza Italia, magari federata con gli altri "liberal-democratici" (Renzi, Calenda, Bonino, Toti). Una nuova maggioranza che, se non riuscisse a maturare in questa legislatura, potrebbe diventare il progetto per la prossima.
 
L'imprevedibile duo, i Bibì e Bibò della politica nazionale, hanno in comune anche l'avversario, i sovranisti antieuropei: i grillini radicali di Di Battista, la Meloni amica di Orban e soprattutto Salvini, che non a caso ha chiesto di escludere Brunetta dai comitati del centrodestra dove si elaborano i documenti comuni. Entrambi hanno elogiato il "manifesto" in 10 punti di Di Maio, dove si auspica un "disarmo" tra maggioranza e opposizione per ricostruire l'Italia. E soprattutto, entrambi esercitano una forte influenza sui loro leader: Bettini indica la via a Zingaretti; Brunetta è stato determinante per convincere Berlusconi a votare a favore dello scostamento di bilancio, trascinandosi dietro i riluttanti Salvini e Meloni. Insomma, la nuova fase politica si apre nel segno di Bibì e Bibò che potrebbero a buon diritto aspirare, prima o poi, al ruolo di vicepremier.
Altre sull'argomento
Di Maio nella palude grillina
Di Maio nella palude grillina
Che sta logorando governo e maggioranza
Contundente
Contundente
Bisogno
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.