Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Crisanti, il "grillo straparlante"

La sua posizione sui vaccini rischia di minare la fiducia negli organi di controllo sanitario

Paolo Mazzanti 24/11/2020

Andrea Crisanti Andrea Crisanti A furia di stare in tv, anche i migliori finiscono per straparlare e lasciarsi andare a dichiarazioni quanto meno discutibili. E' quanto pare sia successo al microbiologo di Padova Andrea Crisanti, fautore dei tracciamenti e dei tamponi di massa e vincitore della "battaglia del Covid" a Vo' Euganeo e in Veneto nella prima ondata, che si è conquistato sul campo la qualifica di "grillo parlante" della pandemia: quello che dice cose spiacevoli ma necessarie perché ci richiamano alla realtà e alla responsabilità e ci evitano di scambiare i fatti coi desideri. Ma la sua posizione sui vaccini lascia francamente perplessi. Dire, come ha fatto Crisanti che non si vaccinerà a gennaio (quando i primi vaccini dovrebbero arrivare alle categorie a rischio) finché non avrà visto i dati scientifici e insinuare il dubbio che per fare in fretta, sotto la pressione della politica e della Borsa, le case farmaceutiche stiano trascurando la sicurezza, è francamente allarmante.
 
Ma è molto più allarmante lasciar credere che vaccini insicuri possano arrivare in distribuzione, perché significherebbe mettere in dubbio anche la correttezza degli organi di controllo preposti a verificare la validità dei vaccini e dei farmaci: la Fda in Usa, l'Ema in Europa e l'Aifa nel nostro Paese. Sono queste Autorità che debbono verificare i dati delle case farmaceutiche e dare il via libera alle vaccinazioni. Crisanti non si fida di loro? Se fosse così, abbatterebbe uno dei pilastri della pubblica fiducia e metterebbe in dubbio anche l'efficacia e la sicurezza dei farmaci che tutti assumiamo quotidianamente. E significherebbe dare armi ai troppi "no vax" che circolano tra noi e disorientare ulteriormente un'opinione pubblica già sospettosa. Siamo certi che il "grillo Crisanti", che si è affrettato a proclamare la sua fiducia nei vaccini, non volesse arrivare a tanto. Ma deve stare più attento a quello che dice pubblicamente, perché le parole pubbliche possono avere conseguenze imprevedibili. Ed è meglio dirne una di meno che una di più.
Altre sull'argomento
Contundente
Contundente
Vaccini
Piano ambiente con molte lacune
Piano ambiente con molte lacune
Alla ôrivoluzione verdeö del Recovery Plan (PNRR) destinati 68,9 ...
Le 47 ôscatoleö del PNRR
Le 47 ôscatoleö del PNRR
Due decisioni per evitare erogazioni a pioggia che non raggiungano ...
L'aumento dei risparmi carburante per la ripresa
L'aumento dei risparmi carburante per la ripresa
Nel 2020 la ricchezza finanziaria delle famiglie in crescita di 60 ...
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.