Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Sul Covid ormai Ŕ guerra di tutti contro tutti

Regioni contro governo, medici esasperati, sindacati in agitazione, italiani sospettosi sui vaccini

Paolo Mazzanti 20/11/2020

Sul Covid ormai Ŕ guerra di tutti contro tutti Sul Covid ormai Ŕ guerra di tutti contro tutti Se Thomas Hobbes, il filosofo inglese che ha dipinto lo stato di natura come “bellum omnium contra omnes” fosse ancora tra noi, sarebbe soddisfatto nel vedere che il Covid ci ha riportato allo stato di natura come lui lo aveva descritto: guerra di tutti contro tutti. Nonostante gli appelli sempre più’ accorati di Mattarella all’unita’, la forza divisiva della seconda ondata del contagio sembra non trovare resistenza: regioni contro il governo; regioni rosse che vogliono tornare arancioni o gialle e altre che vogliono diventare rosse; comuni contro regioni (con i vertici polemici di De Luca e De Magistris); categorie economiche in lotta tra loro per accaparrarsi sussidi e risarcimenti, con lo sciopero dei dipendenti pubblici e gli allarmi quotidiani dei commercianti e artigiani; ospedali allo stremo e medici di famiglia in agitazione perche’ non vogliono fare i tamponi e visitare a casa i malati.
 
La retorica unitaria e fiduciosa della prima fase, con le cantate dai balconi e il tricolore alle finestre, si e’ polverizzata nella “pandemic fatigue”, l’angoscia da pandemia, che rischia di attanagliarci in un misto di scoramento e insofferenza alle regole, mentre un italiano su quattro secondo i sondaggi non crede neppure ai vaccini e dice che non intende vaccinarsi, almeno all’inizio. Ci si chiede come arriveremo all’estate.
 
Altre sull'argomento
Crisanti, il
Crisanti, il "grillo straparlante"
La sua posizione sui vaccini rischia di minare la fiducia negli organi ...
Il salto in avanti
Il salto in avanti
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Covid, acceleriamo su vaccini e farmaci
Covid, acceleriamo su vaccini e farmaci
Riducendo i tempi e le procedure della burocrazia sanitaria
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.