Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Il Covid mina la maggioranza

Il rischio al Senato dove potrebbe mancare la "quota" 161 per approvare alcuni provvedimenti

Paolo Mazzanti 13/10/2020

L'aula del Senato L'aula del Senato Il campanello d'allarme è suonato la settimana scorsa quando per due volte alla Camera è mancato il numero legale: l'opposizione si è accorta che tra le fila della maggioranza c'erano parecchi vuoti, è uscita dall'aula e la maggioranza da sola non ce l'ha fatta a garantire la votazione regolare sulla mozione che approvava la relazione del ministro Speranza sul Covid. Ed è stato proprio il Covid il maggior responsabile dei vuoti nella maggioranza, visto che una quarantina di deputati, parecchi dei quali sostengono il governo, sono malati o in quarantena. Il giorno dopo l'incidente è stato sanato anche perché i deputati contagiati o in isolamento sono stati considerati assenti giustificati e quindi non rilevanti al fine del calcolo del numero legale.
 
Ma nei prossimi giorni il problema si ripresenterà al Senato dove la maggioranza è di 168 senatori, ma 5 sono in isolamento e ce ne vogliono 161 (cioè la maggioranza assoluta dei componenti dell'assemblea) per approvare alcuni provvedimenti come lo scostamento di bilancio che dovrebbe arrivare in aula giovedì insieme alla Nota di aggiornamento al Def, per la quale basta invece la maggioranza semplice. Per evitare che il governo scivoli su questa buccia di banana procedurale e non politica (come accadde a Berlusconi nel novembre 2011, ma in quel caso per ragioni politiche) sono in corso colloqui tra le presidenze delle Camere e la stessa presidenza della Repubblica. Sarebbe curioso che mentre la politica stringe i bulloni della vita sociale per evitare la circolazione del virus, i parlamentari siano costretti a interrompere l'isolamento per andare a votare in aula e garantire le maggioranze necessarie a tenere in vita il governo. Se nessun accorgimento sarà possibile (a cominciare dal voto da casa per gli isolati), il Covid potrebbe essere responsabile anche del decesso anticipato del governo.
Altre sull'argomento
Se il Covid fa traballare il governo
Se il Covid fa traballare il governo
Conte dovrebbe varare la ôcabina di regiaö con le opposizioni
Covid, lo slalom di un popolo individualista
Covid, lo slalom di un popolo individualista
Le nuove regole per tentare di arginare il contagio e conciliare ...
Il ritorno dei lockdown
Il ritorno dei lockdown
Ormai si ipotizzano chiusure totali o parziali per contenere il virus
Il coraggio da ritrovare
Il coraggio da ritrovare
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.