Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Rousseau al centro del conflitto tra i grillini

Casaleggio minaccia di ridurre i servizi informatici al Movimento

Paolo Mazzanti 18/09/2020

Rousseau al centro del conflitto tra i grillini Rousseau al centro del conflitto tra i grillini Avrebbe mai potuto immaginare il povero Jean Jaques Rousseau, critico della civiltà e dell’assolutismo, creatore del mito del buon selvaggio e della democrazia diretta, che a più di tre secoli dalla nascita (1712) sarebbe diventato il casus belli della guerra divampata tra i “selvaggi” grillini, che tanto buoni non sembrano vista la libidine con cui si aggrediscono l’un l’altro? Attorno alla Piattaforma Rousseau si sta combattendo un conflitto senza esclusione di colpi tra il figlio del fondatore Davide Casaleggio, che rivendica l’eredità paterna a difesa del mito della democrazia diretta, e i maggiori esponenti del M5S che vorrebbero togliergli di mano il giocattolo informatico. Cosi adesso Davide minaccia di ridurre i servizi informatici forniti al Movimento e soprattutto la delicatissima assistenza legale per i molti processi di Beppe Grillo e compagnia.
 
Siamo a un passo dalle carte bollate, mentre una trentina di parlamentari morosi vengono deferiti ai probiviri, tre si “autosospendono“ dal Movimento in polemica con Casaleggio e pare che persino il reggente Vito Crimi non paghi da aprile i 300 euro mensili (per un totale di quasi due milioni l’anno) che deputati e senatori sono tenuti a versare a Rousseau, cioè a Casaleggio. Molti “selvaggi” grillini infatti non sopportano più di versare i loro soldini (“un quarantesimo dei loro emolumenti” ha minimizzato sprezzante Casaleggio) all’Associazione Rousseau che non controllano e che viene apertamente accusata di voler imporre al Movimento linea politica e leadership, nella persona di Alessandro Di Battista. La tensione è destinata a salire perché Casaleggio, motu proprio, ha convocato per il 4 ottobre una specie di Stati Generali “paralleli” contro il parere degli altri esponenti, a cominciare da Di Maio col quale volano ormai gli stracci. E il povero pacifista Rousseau, finito al centro di una baruffa da cortile, si starà rivoltando nella tomba.
Altre sull'argomento
M5S agli Stati Generali ôcinesiö
M5S agli Stati Generali ôcinesiö
Non si capisce come sarÓ organizzato il dibattito sulle diverse ...
Il calo di fiducia
Il calo di fiducia
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Altro parere
Altro parere
L'emergenza non frena le trame giallorosse
Altro parere
Altro parere
Questi debiti da rimettere
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.