Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Perché votare No al referendum

Rifiutare una riforma monca, sbagliata e populista

Innocenzo Cipolletta 18/09/2020

Perché votare No al referendum Perché votare No al referendum Votare No al referendum sulla riduzione del numero dei parlamentari significa dire No a una riforma costituzionale sbagliata perché monca della parte principale, ossia il superamento del bicameralismo perfetto che è la sola causa dell’eccesso dei parlamentari. Sarà importante che votino soprattutto coloro che risiedono in luoghi ove non ci sono elezioni amministrative. Infatti dove ci sono elezioni amministrative è presumibile che i votanti, per inerzia e per un diffuso populismo, votino in maggioranza per il sì. Invece dove non ci sono elezioni amministrative si andrà a votare solo per il referendum e potranno prevalere coloro che sono interessati solo al risultato del referendum costituzionale. Lì è possibile che la maggioranza si ribalti, se coloro che non subiscono il fascino del populismo avranno uno scatto d’orgoglio e andranno a votare in massa. Ci sono pochi margini di successo per il No ma vale la pena di tentare.
 
Altre sull'argomento
M5S agli Stati Generali “cinesi”
M5S agli Stati Generali “cinesi”
Non si capisce come sarà organizzato il dibattito sulle diverse ...
Il calo di fiducia
Il calo di fiducia
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Zingaretti e la testa del pesce
Zingaretti e la testa del pesce
Il progetto di riforma costituzionale del Pd per superare il ...
Altro parere
Altro parere
L'emergenza non frena le trame giallorosse
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.