Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Sul Mes ascoltiamo le Regioni

Sono loro che dovrebbero realizzare gli investimenti sanitari

Paolo Mazzanti 28/07/2020

Stefano Bonaccini Stefano Bonaccini Capiamo che il premier Conte, reduce dal successo di Bruxelles, voglia allontanare l'amaro calice del Mes e giudichi "morbosa" l'attenzione ai possibili prestiti del Fondo salva stati su cui il M5S è pervicacemente contrario. Ma l'attenzione al Mes non è morbosa, è solo aritmetica. E' vero che abbiamo portato a casa 209 miliardi dalla Ue, che arriveranno dalla prossima primavera salvo anticipi, ma perché rinunciare ad altri 36 miliardi subito disponibili per investimenti sanitari e parasanitari, compresi gli acquisti dei vaccini (quando saranno pronti) e dei tre milioni di banchi singoli che il commissario Arcuri sta cercando di acquistare in mezzo mondo per aprire le scuole in sicurezza, visto che la produzione nazionale potrebbe fornirne solo centomila o giù di lì? Sul Mes mancano comunque gli interlocutori fondamentali: sono le Regioni, responsabili dell'organizzazione sanitaria, che dovrebbero investire i 36 miliardi nella sanità digitale e territoriale, nei nuovi ospedali e nelle nuove tecnologie sanitarie, nella revisione delle Rsa e dell'assistenza agli anziani.
 
Con questi soldi, Zingaretti potrebbe per esempio ricostruire il semifatiscente Policlinico di Roma che risale ai primi del Novecento; si potrebbe rafforzare la sanità territoriale in Lombardia e aumentare la sicurezza delle Rsa dove sono morti molti vecchietti; Zaia potrebbe accelerare la costruzione dei nuovi ospedali veneti; la Santelli potrebbe potenziare la sanità calabrese largamente deficitaria. E infatti anche i presidenti di Regione di centrodestra sono favorevoli al Mes, sia pure a bassa voce per non irritare Salvini e la Meloni tenacemente contrari. Avanziamo una proposta a Bonaccini, presidente della Conferenza delle Regioni: perché non presentare al governo, al Parlamento e al Paese tutti gli investimenti sanitari e parasanitari (compreso il rimborso alle imprese dei costi di sanificazione per il Covid) che le Regioni potrebbero realizzare col Mes? Così almeno tutti capiremo che cosa si potrebbe fare con quei soldi e a che cosa stiamo rinunciando.
Altre sull'argomento
Adesso Conte deve battere i pugni sul tavolo
Adesso Conte deve battere i pugni sul tavolo
Per costringere Pd e M5s a rafforzare l'intesa politica ed evitare risse
Riusciremo a utilizzare i fondi europei?
Riusciremo a utilizzare i fondi europei?
La "galleria degli orrori" dei ritardi sui fondi strutturali non ...
Il paradosso Recovery Fund-Mes
Il paradosso Recovery Fund-Mes
Speriamo nel Fondo che avrÓ rigide condizionalitÓ e non vogliamo il ...
Altro parere
Altro parere
W il partito degli ex premier
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.