Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

La maggioranza fibrilla sulle regionali

Zingaretti chiede ai grillini alleanza nelle Regioni ma senza successo

Paolo Mazzanti 24/06/2020

La maggioranza fibrilla sulle regionali La maggioranza fibrilla sulle regionali Se nel centrodestra Salvini ha dovuto cedere sulle regionali a Fdi e Fi, nella maggioranza giallorosa i giochi sono ancora aperti e le fibrillazioni destinate ad aumentare in un vortice che non risparmia il ruolo di Zingaretti segretario Pd, attaccato dal sindaco di Bergamo, l’ex renziano Giorgio Gori, perché troppo succube di grillini e Conte. E proprio dopo l’attacco di Gori, Zingaretti ha alzato i toni col M5S chiedendo di estendere alle Regioni l’alleanza di governo. Ma sulle 7 regioni in cui si voterà a settembre (Liguria, Veneto, Toscana, Marche, Campania, Puglia e probabilmente Val d’Aosta) un’intesa Pd-M5S sembra possibile solo in Liguria sul candidato civico Sansa, giornalista del Fatto gradito ai grillini ma non a tutti i piddini. Nelle altre Regioni ci sono già candidati del Pd e candidati grillini e l’appello di Zingaretti rischia di cadere nel vuoto. Il M5S, infatti, non ha ancora sciolto il suo dilemma di fondo: trasformare l’intesa col Pd in un’alleanza strategica, come vorrebbe Grillo e l’ala governista del Movimento, oppure lasciarsi le mani libere e restare super partes tra destra e sinistra, come chiedono l’ala radicale di Di Battista e molti militanti di base.
 
Così alle regionali la maggioranza andrà in ordine sparso, anche perché Renzi si presenterà col Pd solo in Toscana, mentre nelle altre Regioni cercherà di consolidare l’alleanza “liberal-democratica” con Bonino e Calenda, come in Puglia a sostegno di Scalfarotto. E Salvini cerca d’infilarsi nelle crepe: ha detto che il Pd si illude se pensa di poter scegliere il prossimo Capo dello Stato nel gennaio 2022, perché lo indicheranno il M5S col centrodestra. Il M5S ha negato. Per ora.
 
Altre sull'argomento
Maggioranza con Berlusconi? Prodi rompe il tabu'
Maggioranza con Berlusconi? Prodi rompe il tabu'
Ma la creazione di una coalizione "europeista" si scontra con le ...
Salvini, il Bottegone, la Raggi e la bottega
Salvini, il Bottegone, la Raggi e la bottega
La Lega prende casa di fronte alla storica sede del vecchio Pci
Il ponte della discordia
Il ponte della discordia
I grillini non vogliono consegnarlo ad Autostrade e spingono per la ...
Un ritardo colpevole e senza alibi
Un ritardo colpevole e senza alibi
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.