Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

La via stretta del premier Conte

Come conciliare i progetti per la “nuova Italia“ e la tutela dei lavoratori della “vecchia Italia”

Paolo Mazzanti 05/06/2020

La via stretta del premier Conte La via stretta del premier Conte Adesso il problema del premier Conte è che rischia di rimanere vittima dei risultati raggiunti e delle molte aspettative che ha generato. Gli oltre 250 miliardi di risorse nazionali ed europee da spendere nei prossimi mesi stanno generando immensi appetiti, che rischiano di trasformarsi in cocenti delusioni. Un primo problema è quello di far arrivare i soldi rapidamente dove servono per evitare che cittadini e imprese soccombano alla crisi. E già questo è un compito improbo con l’apparato pubblico che ci ritroviamo. Poi dobbiamo produrre progetti a spron battuto, perché in ottobre dovremo presentarli alla Ue per ottenere i 173 miliardi previsti dal Recovery Fund, che non potranno essere utilizzati per ridurre le tasse, come alcuni si illudevano. Purtroppo noi italiani non siamo bravi a produrre progetti. E magari dovremo tirare fuori dalla naftalina persino il Ponte sullo Stretto (di cui si è ricominciato a parlare in questi giorni) perché lì c’è almeno il progetto pronto e rapidamente cantierabile da presentare all’Europa.
 
Infine, Conte ha detto che dobbiamo sfruttare questa occasione per costruire una “nuova Italia” più digitale, sostenibile e solidale. Ma questo rischia di lasciare indietro tutti coloro che fanno parte della “vecchia Italia”, dai lavoratori delle imprese inquinanti fino a chi non sarà in grado di utilizzare le nuove tecnologie. E’ un problema che avevamo già prima dell’epidemia, ma che l’epidemia ha ingigantito e accelerato. Insomma, la transizione dalla vecchia alla nuova Italia non sarà indolore e bisognerà mitigarla con grandi sostegni pubblici. La strada è stretta, scivolosa e piena di trappole. Speriamo che Conte, convocando gli Stati Generali dell’economia, ne sia almeno consapevole.
 
Altre sull'argomento
L'offensiva del Conte “politico”
L'offensiva del Conte “politico”
Il premier elogia Forza Italia e spinge per alleanze Pd-M5S alle regionali
Covid-19 e diseguaglianze
Covid-19 e diseguaglianze
Il nostro sistema sanitario ha retto allo stress test
Altro parere
Altro parere
Elogio delle condizionalità
La forza di Angela e le paure di Conte
La forza di Angela e le paure di Conte
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.