Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Storia di De Gregorio, senatore in vendita

Arrestato per estorsione e riciclaggio il giornalista-politico disponibile a “incassare“

Giancarlo Santalmassi 04/06/2020

Storia di De Gregorio, senatore in vendita Storia di De Gregorio, senatore in vendita Hanno arrestato Sergio De Gregorio. Era ora. Ne ho un nitido ricordo personale. Quando morì l’inviato del tg2 Giuseppe Marrazzo, pensai che invece di fare l’ennesimo premio alla memoria, si potesse fare qualcosa di meglio. Marrazzo era di Nocera Inferiore: terra di reati ambientali come pochi a due passi da quella perla che è Ravello. E d’accordo col figlio Piero, aprii una scuola di giornalismo intitolata al suo nome. In fondo, per essere buoni giornalisti dovevi avere la curiosità di sapere perché in un certo luogo c’era una diversità urbanistico-ambientale rispetto al giorno prima. In fondo era un modo di riappropriarsi del controllo del territorio che è lo strumento con cui la camorra esercita il suo potere su ambiente e cittadini. Venne su mio invito (allora ero conduttore del tg2 e avevo quel certo potere che deriva dalla notorietà dovuta dall’andare in video) anche Peter Arnett, che era stato inviato della Cnn a Bagdad da Saddam Hussein. Piero Marrazzo volle De Gregorio insegnante della scuola. Poi lo cacciai quando scoprii che usava gli alunni per scrivere in nero su qualche giornalaccio o per un’infima tv locale. Detto questo, l’ambiguo De Gregorio fu colui che andando in traghetto scoprì Buscetta e ne pubblicò la foto.
 
È quello che pagò senatori perché traslocassero al partito di Berlusconi per far cadere il governo Prodi. Lui stesso traslocò dall’Italia dei Valori (Di Pietro) a Berlusconi. Per quel ‘cambio di casacca’ Berlusconi finì a processo: l’accusa era di concussione per aver pagato 3 milioni a De Gregorio per far cadere il governo Prodi, ma nel 2017 la Corte di Appello di Napoli ha dichiarato prescritto il reato per l’ex premier e per Valter Lavitola, coinvolto in un’ inchiesta nel 2012 per truffa e false fatturazioni sui finanziamenti al quotidiano l’Avanti e per questa indagine, una volta cessata l’immunità parlamentare, De Gregorio finì agli arresti domiciliari. Ieri l’ex senatore del Popolo della Libertà e altre 9 persone sono state arrestate dalla Dda per un giro di estorsione, riciclaggio e autoriciclaggio. Fine della storia, finalmente.
 
Altre sull'argomento
L'offensiva del Conte “politico”
L'offensiva del Conte “politico”
Il premier elogia Forza Italia e spinge per alleanze Pd-M5S alle regionali
Il caso Berlusconi e la maggioranza Ursula
Il caso Berlusconi e la maggioranza Ursula
Le rivelazioni sulla condanna dell'ex cavaliere e le evoluzioni grilline
Altro parere
Altro parere
L'ultimo capitolo
I compiti tedeschi per Conte
I compiti tedeschi per Conte
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.