Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

La guerra del contante

Stupisce la posizione di Di Maio contro la riduzione delle banconote e l'obbligo dei pos per i commercianti

Paolo Mazzanti 18/10/2019

La guerra del contante La guerra del contante A che serve davvero il contante? A evadere le tasse incassando senza emettere scontrini, ricevute e fatture; a pagare i dipendenti in nero; a pagare il pizzo e altri ricatti; a pagare la droga e altri consumi illeciti. Dunque il contante è la materia prima della criminalità. E non stupisce il fatto che il nostro Paese, con fortissime presenze criminali, rigurgiti di contante: secondo stime attendibili, non meno di 200 miliardi. Chi difende il contante si trincera dietro le vecchiette che avrebbero difficoltà a usare le carte di pagamento. Ma sono fesserie. Le carte sono di più facile uso del contante che può essere rubato, soprattutto agli anziani. E poi le vecchiette utilizzano benissimo i telefonini e nemmeno loro pagano in contante una casa, un’auto, un biglietto aereo.
 
Non stupisce che la difesa del contante, nel braccio di ferro sulla manovra, provenga dal nuovo partito di Renzi, che punta ai voti di Forza Italia. Sorprende di più la presa di distanze di Di Maio che ha chiesto a Conte di rimettere in discussione la manovra soprattutto su questi punti. Si dice che sia preoccupato per la rivolta dei commercianti meridionali suoi elettori, che non vogliono essere costretti ad istallare i pos e ad accettare i pagamenti elettronici. Ma è curioso un M5S che chiede onestà onestà agli eletti, mentre chiude un occhio sugli elettori. Che ne pensano Grillo, Casaleggio, il presidente della Camera Fico e il presidente dell’Antimafia Morra?
Altre sull'argomento
Altro parere
Altro parere
L'illusione che lo Stato mantenga tutti
Le sardine conservatrici
Le sardine conservatrici
I giovani emiliani anti-Salvini nuovi protagonisti della scena politica
 Manovra, dove trovare i soldi?
Manovra, dove trovare i soldi?
Utilizzare i 3 miliardi stanziati per incentivare la moneta ...
L'ex ministra Trenta e l'assegnazione degli alloggi pubblici
L'ex ministra Trenta e l'assegnazione degli alloggi pubblici
Ci vorrebbe un nuovo indice per i politici trombati che hanno bisogno ...
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.