Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

La Benemerita appannata

Il sacrificio del carabiniere accoltellato non merita lo scandalo del presunto colpevole bendato

Giancarlo Santalmassi 30/07/2019

La Benemerita appannata La Benemerita appannata “Nei secoli fedele”: così il motto che contraddistingue l’Arma. Era presente in tutti i paesi, qualunque pugno di case aggrappato su una collina per quanto piccolo, aveva sempre la caserma, come la chiesa. E per le strade statali, provinciali o regionali c’erano sempre i cartelli con la ‘lanterna’, come si chiama il copricapo di ordinanza. Chi non ricorda “Pane amore e fantasia “ il film con Gina Lollobrigida e Vittorio De Sica, girato a una spanna da Roma? I Carabinieri non erano autonomi. Il comandante era sempre un estraneo, un generale dell’esercito. Quando avvennero gli incidenti di Genova durante il G8 del 2001, nonostante le precauzioni antiterrorismo contro i Black Bloc, non si tenne conto che potevano venire da fuori, e giunsero infatti in auto anche dall’estero. Si parlò di grave impreparazione della polizia.
 
Oggi dopo il brutale assassinio del carabiniere Mario Cerciello Rega, ci si chiede se siano i carabinieri ad avere un'adeguata preparazione. Troppe cose sono accadute: i carabinieri che violentano a Firenze due turiste americane, con avvocati che difendono l’arma con domande allucinanti in aula. Come chiedere alla vittima: «Non ha lottato fisicamente? Volevo sapere se il carabiniere Camuffo ha esercitato violenza...». (A questo punto il legale scende nei particolari della presunta violenza sessuale, ndr). E il giudice: «Che brutta domanda avvocato. Sono domande che si possono e si devono evitare nei limiti del possibile, perché c’è un accanimento che non è terapeutico in questo caso...». Poi il caso Cucchi, bollato dalla bellissima produzione Netflix che lo presentò perfino a Venezia. È un punto di non ritorno.  Come ricorda Guantanamo quell’atroce immagine del colpevole (sentenza permettendo) bendato, in caserma! Immagine che senza chiedersi chi l’ha scattata e perché l’ha diffusa (solo un carabiniere può averlo fatto), potrebbe obbligarci a estradare negli Usa l’imputato, bianco, wasp, sottraendolo al giudice naturale. Nel 2000 la svolta: l’Arma dei Carabinieri diventa la nostra quarta forza armata e la comanda un carabiniere. Come mai è finito così appannato il martirio di Nassirya? Io c’ero a fare la fila al Vittoriano di notte a rendere omaggio all’eroico sacrificio.  Mario Cerciello Rega, merita tutto questo? Che succede nella Benemerita? Potremmo saperne di più nell’imminente conferenza stampa.
Altre sull'argomento
Altro parere
Altro parere
All'Onu tutti d'accordo contro Israele
Altro parere
Altro parere
Il partito dell'odio e gli alibi della sinistra
Giustizia senza ombre
Giustizia senza ombre
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Contundente
Contundente
Americani
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.