Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

L'era dei grandi bluff

Da Tsipras al Brexit, da Trump al nostro governo

Innocenzo Cipolletta 26/07/2019

Donald Trump Donald Trump Viviamo nell'era dei grandi bluff. Ha iniziato la Grecia di Tsipras con un Governo eletto per uscire dall'euro che poi si è convertito in un Governo pro-europeo. Poi ci ha pensato la Gran Bretagna con un referendum sull'Europa conclusosi, a sorpresa degli stessi promotori, con la vittoria della Brexit che tuttavia a distanza di oltre tre anni non si è ancora realizzata. Poi è emerso il più grande dei bluffairs Donald Trump che, appena eletto, ha mandato all'aria tutti gli accordi internazionali degli Usa e tutte le relazioni con i singoli paesi, per poi riprodurli con marginali cambiamenti, oppure senza riuscire a concludere nulla, come nel caso della Corea del Nord e della Cina.
 
Nel nostro piccolo, anche noi italiani stiamo contribuendo a questa parata di bluff, con un Governo populista che progressivamente si sta allineando a tutte le disposizioni europee combattute durante la campagna elettorale, porta a compimento tutti i grandi investimenti che aveva promesso di bloccare, mantiene in Italia tutti gli immigrati che aveva annunciato di voler cacciare. Quindi tutto bene perché non ci sono novità? Non è così. I bluff affondano la già scarsa reputazione delle nostre istituzioni. Essi sdoganano atteggiamenti violenti e razzisti che si radicano nella società e producono deterioramenti della vita civile, aprendo le porte a regimi autoritari. I bluff inoltre generano tensioni forti che possono produrre reazioni sconsiderate che poi portano a eventi irreversibili, come è successo tante volte nella storia con guerre scoppiate per incidenti. Chi bluffa si assume una grande responsabilità e va condannato dalla società che invece merita trasparenza e onestà d'intenti.
Altre sull'argomento
Come sventare una recessione globale
Come sventare una recessione globale
Cambiare direzione alle politiche nazionali di breve termine
Altro parere
Altro parere
La banda degli onesti
Il dado di Renzi
Il dado di Renzi
Ha scelto il momento peggiore per uscire dal Pd
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.