Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Italia ed Europa, maggioranze opposte

Furibonde polemiche tra M5S, che ha votato per la Von der Leyen, e Lega che ha votato contro

Paolo Mazzanti 18/07/2019

Italia ed Europa, maggioranze opposte Italia ed Europa, maggioranze opposte Per quanto Conte, Di Maio e Salvini ci abbiano sinora abituati a superare ogni divisione con un'alzata di spalle, la clamorosa spaccatura della maggioranza gialloverde in Europa non potrà restare senza conseguenze. I grillini, alleati con la Lega a Roma, hanno votato a Strasburgo insieme al Pd e Fi (e i loro 14 voti sono stati determinanti) per eleggere la nuova presidente della Commissione Ursula Von der Leyen (VDL) mentre i leghisti hanno votato contro. Le due maggioranze opposte sono già fonte di furibonde polemiche. Il premier Conte, che aveva partecipato alla scelta di VDL e aveva chiesto a M5S e Lega di votarla, è stato platealmente sconfessato dai leghisti e li ha accusati di aver votato contro l'interesse nazionale. Salvini ha accusato il M5S di aver rinunciato ad aprire una crisi storica nell'Europa franco-tedesca per una poltrona (quella di vicepresidente del Parlamento) e si è chiesto che futuro potrà avere il nuovo governo europeo “appoggiato da Macron, Merkel, Renzi, Grillo e Berlusconi”. I grillini hanno accusato i leghisti di aver tradito i patti, perché fino a poche ore prima del voto avevano concordato di votare la VDL, e ora si chiedono con che faccia Salvini continui a chiedere per un leghista il ruolo di vicepresidente di VDL e commissario di peso.
 
Già, perché nelle prossime settimane Conte dovrà concordare con VDL il nuovo commissario italiano, la cui indicazione spetterebbe alla Lega, che ha già detto che intende proporre un politico. Ma un politico leghista potrebbe non ottenere quel portafoglio economico di serie A promesso da Merkel e Macron a Conte, ed essere addirittura bocciato dall'Europarlamento, come pronosticano gli stessi grillini. Su Salvini aumenteranno dunque le pressioni affinché indichi una personalità più tecnica e meno politica, come Moavero Milanesi o Tria. Come risponderà il Capitano? Abbasserà le penne o alzerà il livello dello scontro? E come potrebbe il governo resistere a una simile tensione? Come ha detto Enrico Letta, se l'M5S fosse conseguente, dovrebbe trasferire anche in Italia il suo nuovo orientamento europeista e buttare a mare il governo con la Lega sovranista. Qualcosa ci dice che non lo farà.E il governo continuerà a galleggiare sull'ambiguità.
 
Altre sull'argomento
Altro parere
Altro parere
Contano i (non)fatti pi¨ delle parole
Il 59% degli italiani favorevole al Tav
Il 59% degli italiani favorevole al Tav
Contrari solo il 19% (ma il 45% degli elettori cinquestelle)
Che dovrebbe dire Conte a von der Leyen
Che dovrebbe dire Conte a von der Leyen
Domani l'incontro fra il nostro premier e la nuova presidente della ...
La giustizia della discordia
La giustizia della discordia
Nessuna intesa tra M5S e Lega sulla riforma del processo penale
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.