Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Rottura sfiorata nel governo

Braccio di ferro sul Salva Roma e ora Conte dovrÓ ottenere le dimissioni del leghista Siri

Paolo Mazzanti 24/04/2019

Rottura sfiorata nel governo Rottura sfiorata nel governo Si è sfiorata la rottura nella notte in Consiglio dei Ministri, dove sono volate parole grosse tra Conte, Salvini e Di Maio sul caso Siri e sul Salva Roma, perfidamente ribattezzati Salva Raggi dai leghisti. Ora è tregua armata. Il problema dei debiti di Roma non è del tutto risolto (se ne riparlerà in Parlamento) e soprattutto ora il premier Conte dovrà ottenere le dimissioni di Siri, il sottosegretario leghista indagato per corruzione in un'inchiesta che coinvolge il capo della mafia Matteo Messina Denaro: dimissioni pretese dal M5S, ma sinora rifiutate da Salvini. I contrasti sono esplosi in serata: mentre in Tv Di Maio intimava alla Lega di far dimettere Siri, Salvini scendeva di fronte a Palazzo Chigi e annunciava ai giornalisti che le norme sul Salva Roma, volute dai grillini, erano state stralciate dal decreto Crescita. Appena avvisato, Di Maio lasciava a metà l'intervista Tv, si precipitava a Palazzo Chigi e faceva smentire lo stralcio del Salva Roma, mentre Conte faceva filtrate la sua irritazione per l'annuncio di Salvini. Il CdM proseguiva fino a notte fonda tra litigi e baruffe per concludersi con un fragile compromesso sul Salva Roma.
 
Ma il vero nodo sono le dimissioni di Siri. Di Maio le pretende entro qualche giorno perché il "governo del cambiamento" non può neppure essere sfiorato dal sospetto di tenere al proprio interno un membro indirettamente collegato ad affari in odore di mafia, come ha ribadito il senatore Paragone. Ma se Salvini continuerà a proteggere Siri, il problema coinvolgerà l'intera Lega e il M5S dovrà decidere se continuare a governare con un partito sulla cui travolgente crescita al Sud si allungano le ombre di Cosa Nostra.
Altre sull'argomento
In Italia inversione Lega-M5S
In Italia inversione Lega-M5S
Ma il Carroccio non provocherÓ la crisi di governo
Vincitori, mezzi vincitori e perdenti in Europa
Vincitori, mezzi vincitori e perdenti in Europa
Si profila una nuova maggioranza europeista all'Europarlamento, con ...
Spending review, i commissari desaparecidos
Spending review, i commissari desaparecidos
Un modesto consiglio al ministro dell'Economia Tria
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.