Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Chi ha chiesto il reddito di cittadinanza

Le domande sono meno del previsto, molti adulti e donne

Innocenzo Cipolletta 12/04/2019

Chi ha chiesto il reddito di cittadinanza Chi ha chiesto il reddito di cittadinanza Secondo i dati più recenti, le domande per il reddito di cittadinanza sono circa 810 mila, equivalenti ad altrettante famiglie, per più della metà residenti al Sud. Un numero consistente, ma se si confronta questa cifra con gli ipotetici aventi diritto, notiamo che poco più dei due terzi avrebbero fatto domanda. E poiché fra quelli che hanno fatto la domanda, circa 200mila l’hanno fatta attraverso le Poste, ossia senza uno screening come avvenuto per chi ha fatto domanda presso i Caf, se ne può dedurre che alcuni di essi verranno eliminati. Se ne deduce che gli italiani sono meno poveri e meno desiderosi di assistenza di quanto immaginato e ciò, malgrado la “propaganda” (pubblicità regresso) fatta dal Governo con tutti i mezzi pubblici per avvertire la gente di questa opportunità.
 
Ma le sorprese non finiscono qui. Questo provvedimento è stato reclamizzato come uno strumento per avviare i giovani al lavoro (ricordate i 6000 navigator che avrebbero dovuto trovare il lavoro per altri non essendo riusciti a trovare un lavoro per se stessi?), ma in effetti per la grande maggioranza delle domande (quasi 500mila) provengono da persone fra i 45 e i 67 anni, ossia persone espulse dal lavoro e, in molti casi, in attesa della pensione. Ciò testimonia che la crisi economica è stata profonda ed ha messo fuori del mercato del lavoro molte persone a cui è necessario un sostegno economico per arrivare alla pensione o un sostegno formativo per riconvertirsi a un nuovo lavoro. Infine va sottolineato che il maggior numero di domande le hanno fatte le donne (433mila) a significare che la crisi ha colpito la parte più fragile del mercato del lavoro. Tutti questi dati certificano che l’Italia aveva effettivamente bisogno di uno strumento per assistere chi è fuori dal mercato del lavoro, ma che sarebbe stato meglio studiare bene le esigenze prima di intervenire, per calibrare lo strumento agli effettivi bisogni della popolazione.
Altre sull'argomento
Rottura sfiorata nel governo
Rottura sfiorata nel governo
Braccio di ferro sul Salva Roma e ora Conte dovrÓ ottenere le ...
Scambi in stile guerra fredda
Scambi in stile guerra fredda
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Altro parere
Altro parere
Mai ci abbiano in ostaggio
Contundente
Contundente
Ingenti
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.