Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Pd e Pi¨ Europa divisi alle Europee

Archiviata la proposta di Calenda di fare un'unica lista ôSiamo Europeiö

Paolo Mazzanti 13/03/2019

Pd e Pi¨ Europa divisi alle Europee Pd e Pi¨ Europa divisi alle Europee Pd e Più Europa hanno detto no a Carlo Calenda: alle elezioni del 26 maggio non ci sarà la lista unitaria “Siamo europei” di tutti i partiti europeisti. Ieri Zingaretti e Della Vedova, segretario di Più Europa, hanno deciso di andare divisi, anche se non avversari, alle europee per offrire agli elettori di sinistra e a quelli liberaldemocratici due forze sicuramente europeiste e antipopuliste destinate a collaborare nel nuovo Parlamento europeo. La scelta era nell’aria ed è giustificata dal fatto che alle europee si vota col proporzionale e i listoni unitari non sono favoriti, che a livello europeo i due partiti fanno riferimento a movimenti diversi (il Pd al Pse, Più Europa all’Alde) e che in questo modo ciascuno sarà più libero di andare a conquistare gli elettori nel proprio campo.
 
Zingaretti potrà cercare di recuperare gli elettori di sinistra che hanno seguito Bersani e D’Alema nella scissione e poi magari hanno votato Cinquestelle, e per questo intende candidare Pisapia come capolista nel Nord-Ovest. Più Europa potrà corteggiare elettori di centro e centrodestra stufi di un Berlusconi ancora sotto inchiesta giudiziaria (con l’accusa di aver comprato la sentenza del Consiglio di Stato su Mediolanum) e delusi dalle timidezze leghiste sulla Tav. Ma ci sono anche dei rischi. Insieme, Pd e Più Europa avrebbero più facilmente superato il M5S in crollo nei sondaggi e questo sarebbe stato utile per l’evoluzione del quadro politico interno. E poi alle europee c’è lo sbarramento al 4%: se Più Europa non lo supererà (come non ha superato il 3% alle politiche di un anno fa), il fronte europeista rischia di gettare al vento centinaia di migliaia di voti.      
Altre sull'argomento
Basilicata amara per i grillini
Basilicata amara per i grillini
Vince un centrodestra che non rinuncia alle punzecchiature, mentre il ...
La sinistra senza idee forti
La sinistra senza idee forti
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Gli alleati e il senso del declino
Gli alleati e il senso del declino
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Contundente
Contundente
Cannibale
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.