Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Tav e Via della Seta

La nuova polemica tra Lega e M5S

L'Irriverente 12/03/2019

Xi Jinping Xi Jinping Si e' appena placata con un rinvio di sei mesi la polemica sulla Tav Torino-Lione che tra M5S e Lega ne esplode un'altra, sulla Nuova Via della Seta, il mastodontico programma d'investimenti da migliaia di miliardi in ferrovie, porti, centri logistici, energetici e di tlc lanciato da Pechino per collegare meglio la Cina al cuore dell'Europa, attraverso 66 Paesi, con propaggini fino all'Africa. Si da' il caso che il nostro governo si appresti a firmare, primo e unico tra i Paesi del G7, un grande accordo coi cinesi in occasione della visita del presidente Xi Jinping in Italia tra una decina di giorni.
 
Gli Stati Uniti hanno espresso preoccupazioni per questa nostra iniziativa non concordata con gli alleati occidentali e anche la Ue, che vedra' Xi il 9 aprile per il vertice eurocinese, suggerisce prudenza. Il nostro governo come al solito litiga, ma a parti invertite: i grillini, che sono contro la Tav, sostengono la Via della Seta; i leghisti, che vogliono la Tav, sono piu' sensibili all'altola' americano. A nessuno e' venuto in mente che il tunnel Torino-Lione possa essere a buon diritto inserito tra le infrastrutture della Via della Seta, perche' le merci cinesi che approderanno a Trieste o Venezia (dove i cinesi vorrebbero investire) grazie al Tav potrebbero piu' velocemente arrivare in Francia, Spagna e Portogallo. Ecco, forse un modo per mettere d'accordo grillini e leghisti c'e': chiamare il tunnel Torino-Lione la "Tav della Seta".
Altre sull'argomento
Altro parere
Altro parere
Il grillismo moderato Ŕ come Mark Caltagirone
l popolari e una crisi senza rete
l popolari e una crisi senza rete
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Uno piu' uno ora fa zero
Uno piu' uno ora fa zero
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Huawei, nella guerra Usa-Cina il conto lo paga l'Europa
Huawei, nella guerra Usa-Cina il conto lo paga l'Europa
Il 60% dei cellulari europei e' di origine cinese
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.