Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Rischio tempi lunghi a Genova

Per la scelta del governo di escludere il concessionario dalla ricostruzione

Innocenzo Cipolletta 10/10/2018

Il premier Giuseppe Conte Il premier Giuseppe Conte Se (per assurdo) avessimo un governo normale, all’indomani della tragedia del ponte Morandi di Genova, avrebbe richiesto alla magistratura di fare presto a individuare le responsabilità e avrebbe intimato al concessionario dell’autostrada di ripristinare il ponte con celerità e con le migliori tecnologie. Avrebbe poi nominato un Commissario e un comitato di alti esperti per vigilare sulla ricostruzione del ponte stesso.
 
Così lo Stato italiano non avrebbe speso un centesimo per la ricostruzione e i genovesi avrebbero avuto in tempi relativamente celeri la nuova infrastruttura, senza troppi intoppi. Quando poi la magistratura avrà emesso la sentenza, si saprà se il concessionario aveva responsabilità e perciò si prenderanno le decisioni del caso, oppure se le sue responsabilità erano limitate e quindi non sarà penalizzata una delle maggiori imprese italiane presente anche all’estero.
 
Invece il governo ha preferito dare priorità alle accuse al concessionario, senza attendere il giudizio della magistratura, ed escluderlo dal processo di ricostruzione. Così lo Stato dovrà accollarsi le spese, i tempi della ricostruzione si allungano, tanto che a due mesi dal tragico evento non si è ancora iniziato e ci saranno probabili ricorsi alla magistratura che allungheranno i tempi, con danno per tutti. Ne valeva la pena?
Altre sull'argomento
Il nesso politico tra contraccettivi e tax sugar
Il nesso politico tra contraccettivi e tax sugar
Una legislazione affidata a deroghe ed emendamenti estemporanea in ...
Altro parere
Altro parere
Il tramonto della veritÓ
Ma il ponte di Genova va proprio abbattuto?
Ma il ponte di Genova va proprio abbattuto?
Inascoltate le proposte tecniche di consolidare i monconi ancora in piedi
Genova ha il diritto di sapere
Genova ha il diritto di sapere
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.