Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Troppa agitazione sul riabilitato

La ricandidabilitÓ di Berlusconi non cambia la politica italiana

Piero Ignazi 15/05/2018

Troppa agitazione sul riabilitato Troppa agitazione sul riabilitato Non si capisce proprio questa agitazione per la “riabilitazione” di Berlusconi. Sembra che d’ora in poi cambi la politica in Italia, come fossimo di fronte ad una nuova discesa in campo. Ma era una un sosia, o il magnifico Servillo, a essere ricevuto dal presidente della Repubblica per i colloqui sul nuovo governo? E chi era a dettare la linea di Forza Italia? O a fare le liste? O a scegliere i capigruppo alle Camere? Quando mai Berlusconi è scomparso dalla scena politica? Condannato o riabilitato che fosse,  rimaneva e rimane il capo indiscusso del suo partito. L’ipotesi di un suo ritorno in Parlamento grazie alle immediate e servizievoli dimissioni di un qualche suo famiglio o stipendiato cambia qualcosa nelle dinamiche politiche? Forse che finalmente si potranno fare riunioni a Palazzo Grazioli o non in qualche catacomba? E i giornali saranno infine liberi di poter raccogliere le sue dichiarazioni?
 
C’è una strana coazione a ripetere nel mondo giornalistico quando si tratta di Berlusconi e cioè si continua a considerarlo l’alfa e l’omega della politica italiana. Non per nulla un’ analisi svolta sui primi sette quotidiani italiani tra l’inizio dell’anno e la data delle elezioni dimostra che il suo nome ricorre più di tutti gli altri, tre volte quello di Di Maio e di Salvini. Un classico caso di distorsione ottica. Berlusconi, in Parlamento o fuori, condannato o riabilitato continua a comandare monopolisticamente il suo partito, e a usufruire altrettanto monopolisticamente dei suoi media, in barba ad ogni buona pratica in tema di conflitto di interessi. Non cambia nulla da domani. Come non si sono allontanati da Forza Italia plotoni di elettori a causa delle sue condanne, così ora non ce ne sono altrettanti pronti a tornare all’ovile perché “riabilitato”.
TAG: berlusconi
Altre sull'argomento
Tutti gli errori di Berlusconi
Tutti gli errori di Berlusconi
PerchÚ ha perso la rilevanza politica e gonfiato i populisti
Loro 2
Loro 2
La solitudine del venditore
Il
Il "riabilitato" tra Salvini e Di Maio
La sentenza che rende ricandidabile Berlusconi
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.