Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Ipostatizzazioni grilline

Da Palermo a Roma l'utopia si sovrappone alla realtÓ

Paolo Mazzanti 13/09/2017

Virginia Raggi Virginia Raggi La nuova sberla al M5s, con la sospensione delle "regionarie" siciliane che hanno intronizzato Giancarlo Cancelleri, per l'ingiustificata esclusione di un candidato sgradito al vertice, conferma che le votazioni sul web sono solo una foglia di fico per coprire la vergogna dell'investitura dall'alto. Eppure loro continuano a sbandierare la loro democrazia diretta, incuranti della realtà. Questo corto circuito tra ideali e realtà, che i filosofi chiamano "ipostatizzazioni", affligge anche la giunta Raggi.
 
Sull'Atac, anche ieri funestata da uno sciopero, la sindaca vagheggia un rilancio impossibile col concordato preventivo, che invece porterà sacrifici ai dipendenti e ai romani, e continua a rifiutare il contributo dei privati e persino delle Fs, che si erano offerte di ristrutturare e gestire la Roma-Ostia, ma sono stati sdegnosamente respinti perché "l'Atac deve restare ai romani".
 
Sui rifiuti, Regione e governo chiedono di approntare una nuova discarica di servizio perché gli impianti attuali non ce la fanno più. Ma la Raggi non vuole sentir parlare di nuove discariche, che sarebbero impopolari, e afferma che nel 2021 il 70% dei rifiuti saranno differenziati e riciclati. Cioè sovrappone la sua utopia positiva alla pessima situazione reale. Acqua, trasporti e gestione dei rifiuti devono restare a ogni costo "pubblici" anche che se, restando pubblici, di acqua e trasporti i romani ne avranno sempre meno (alluvioni a parte) e di rifiuti per strada sempre di più.
Altre sull'argomento
Altro parere
Altro parere
E l'ultimo spenga la luce
La forza delle idee illiberali
La forza delle idee illiberali
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Altro parere
Altro parere
Operazione San Gennaro
Il nazionalpopulismo ha il suo  leader
Il nazionalpopulismo ha il suo leader
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.