Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Vitalizi, dal diritto al privilegio

La Camera approva l'abolizione con poco entusiasmo

Giancarlo Santalmassi 27/07/2017

La Camera dei Deputati La Camera dei Deputati Vitalizio: l'etimo è latino, "vitalis", diventato nel medioevo "vitalicium": sta a indicare un qualcosa che ci riguarda "vita natural durante". Dopo averlo definito per decenni un "diritto acquisito" (e dunque ineliminabile, anche seppur di recente la Corte Costituzionale aveva sancito che non esistono diritti acquisiti), dopo una martellante campagna mediatica è stato più correttamente definito, secondo vulgata, un "privilegio acquisito" e finalmente ieri sera è stato abolito con una votazione non entusiastica (348 sì) alla Camera. L'effetto? Lo si capisce meglio leggendo i numeri snocciolati oggi a Repubblica da Publio Fiori. Perderà 4.000 euro dei diecimila che prende: "Non mi cambiano la vita" dice Fiori. Ma certo anche certe pensioni fanno scandalo, aggiunge.
 
E perché certe liquidazioni no? C'è del populismo dietro questa posizione? Può darsi: il cittadino comune vedeva negli "eletti" quelli che, oltre a stipendi considerevoli, erano destinatari di molte facilitazioni: pranzare a prezzi irrisori alla bouvette, tessere ferroviarie per viaggiare gratis, poter far aspettare un aereo di linea alla partenza. Per tacere della lunghissima battaglia per l'abolizione del finanziamento pubblico dei partiti (di cui ancora si discute se sia stato un bene o un male). Il futuro dirà se così è meglio, e migliorerà il funzionamento delle istituzioni. Ma prima di esultare (Pd e M5S si rinfacciano la primazia dell'idea) e di trarre conclusioni aspettiamo che passi anche al Senato, dove i numeri sono molto più incerti.
Altre sull'argomento
E il Rosatellum invertì il Mattarellum
E il Rosatellum invertì il Mattarellum
Intesa Pd-centrodestra su un nuovo sistema elettorale
Il segnale che verrà da Berlino
Il segnale che verrà da Berlino
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Altro parere
Altro parere
Operazione San Gennaro
Il nazionalpopulismo ha il suo  leader
Il nazionalpopulismo ha il suo leader
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.