Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

La "piccola mafia" di Pignatone

Imbarazzo dopo la sentenza su Buzzi e Carminati

Paolo Mazzanti 24/07/2017

Giuseppe Pignatone Giuseppe Pignatone C'è stato un campionato di arrampicata sugli specchi dopo la sentenza ex Mafia Capitale, secondo cui Buzzi e Carminati non sono mafiosi. Dal procuratore Pignatone, al commissario Pd Orfini, alla presidente dell'Antimafia Bindi, tutti a sottolineare che a Roma la Mafia c'è, come se i giudici avessero sostenuto il contrario: hanno solo detto che la banda del Mondo di Mezzo non può considerarsi mafiosa e dunque che il marchio "Mafia Capitale", che sta infangando Roma da anni, è abusiva. Poi è ovvio che la mafia c'è, come c'è a New York, a Berlino, a Mosca e a Bolzano, ma nessuno si sognerebbe di chiamare un'inchiesta di corruzione in Alto Adige "Mafia Bolzano". A meno che, come sembra proporre il capo della polizia Gabrielli, non si allarghino a dismisura le maglie del concetto giuridico di Mafia: ma allora, se tutto è Mafia, nulla lo è più.
 
Pignatone, che evidentemente un po' di coda di paglia se la sente, ha detto di non essere responsabile delle strumentalizzazioni mediatiche e politiche che l'inchiesta ha generato, anche perché aveva detto che Mafia Capitale era una "piccola mafia", che non dominava Roma, che Roma non è Palermo e che il consiglio comunale capitolino non andava sciolto: "Insomma - ha concluso - non penso che il mio ufficio debba rispondere di chi ha usato politicamente i fatti che la nostra inchiesta ha fatto emergere".
 
E qui Pignatone sbaglia, perché ad essere stati strumentalizzati non sono i fatti di corruzione scoperti dalla sua inchiesta, analoghi a quelli che da decenni funestano ogni città italiana (Mani pulite docet), ma proprio il nome dell'inchiesta che ha fatto credere a tutto il mondo che in Campidoglio comandasse Cosa Nostra, perché quando si dice Mafia non si può non intendere questo specifico fenomeno criminale, cui sono stati dedicati innumerevoli libri e film. E questo Pignatone doveva prevederlo. E se non l'aveva previsto, è anche peggio. Per non incorrere più in questi incidenti, gli suggeriamo di assumere un esperto di comunicazione (e gli offriamo gratis la nostra consulenza), per aiutarlo a capire le possibili conseguenze dei nomi - non dei fatti - delle sue inchieste.
Altre sull'argomento
Contundente
Atac senza strategia
Atac senza strategia
L'unico rimedio Ŕ chiedere soldi al Comune
Altro parere
Altro parere
Cittadinanza onoraria
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.