Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Il dramma dei francesi

In vista delle elezioni anticipate del 30 giugno

Giancarlo Santalmassi 17/06/2024

Il dramma dei francesi Il dramma dei francesi I francesi stanno vivendo un periodo drammatico. A Emmanuel Macron il coraggio non manca davvero. Sfottuto spesso col soprannome di “toy boy” della moglie Brigitte, ha avuto fegato.  Innanzitutto ha messo il diritto all’aborto in Costituzione. Poi, di fronte alla sterzata a destra delle ultime elezioni europee, non ha creduto alla dichiarazione lepenista da propaganda politica di formare un governo di unità nazionale, ha sciolto il parlamento e indetto le elezioni per la fine del mese, il 30 giugno (da noi sarebbe impensabile). E lo appoggiano molti, compreso per esempio il campione di calcio di colore Thuram, mentre l’ex presidente Hollande si candiderà coi socialisti.
 
La situazione è sintetizzata in modo emblematico da una foto scattata domenica sera, il 9 giugno da Soazig de la Moissonnière, dal 2017 fotografa ufficiale dell’Eliseo. Vi si vede Macron appena venuto a conoscenza dei risultati delle elezioni europee che danno una larga vittoria al Rassemblemant National di Jean Marie Le Pen e al capolista Jordan Bardella. Sui loro volti si legge chiaramente lo sbigottimento per una scelta considerata da molti un salto nel buio. Comunque Macron si è mostrato estremamente lucido e determinato: punta anche sul fatto che il voto nazionale si esprime in modo radicalmente diverso da quello europeo. Inoltre la domenica è passato con proteste in tutta la Francia contro la destra del Rassemblemant della Le Pen. Insomma, Macron non si è lasciato distrarre né dall’arrivo del Papa né dal finto rustico di Borgo Egnatia gruppo di case costruito secondo regole italiane di abusivismo che nemmeno il ‘condono’ alla Salvini riuscirà a sanare.
 
Altre sull'argomento
Contundente
Contundente
Miracolo
Alla Le Pen è mancato…un Berlusconi
Alla Le Pen è mancato…un Berlusconi
Le sarebbe servito uno “sdoganatore” verso i moderati
Marine Le Pen, perdente di successo
Marine Le Pen, perdente di successo
Dopo tre sconfitte si ripresenterà alle presidenziali del 2027
Altro parere
Altro parere
Perché in Italia governa la destra
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.