Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Una “tregua coreana” per l'Ucraina?

Anche in Germania i socialdemocratici premono per la fine dei combattimenti

Stefano Micossi 15/03/2024

Una “tregua coreana” per l'Ucraina? Una “tregua coreana” per l'Ucraina? Pare che l’uscita del Papa sulla guerra in Ucraina – certamente poco avvertita nel linguaggio – non esprima una visione isolata. Emerge che in Germania il partito socialdemocratico ormai vuole una tregua, che non si può avere altro che lungo le linee stabilite dall’occupazione russa. Il Congresso americano difficilmente troverà il consenso per continuare il sostegno illimitato degli anni scorsi. Lo stesso governo di Kiev trova difficoltà crescenti a trovare gli uomini per continuare a combattere. 
 
Certo, Putin sta prevalendo, e questa non è una buona notizia. Ma ormai lo spazio per una campagna militare a oltranza, con l’obbiettivo di riprendere Crimea e Donbass, sembra compromesso. Dunque, il realismo pragmatico di cui parlava papa Bergoglio diventa inevitabile. Si apre la strada a una tregua di tipo ‘coreano’. Naturalmente, è una pessima notizia per il governo di Kiev, che dovrà trovare le parole per spiegare tutto questo all’opinione pubblica interna.
 
Altre sull'argomento
I segnali economici degli Usa
I segnali economici degli Usa
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Altro parere
Altro parere
Opposti cretinismi
Doppiezze etiche
Doppiezze etiche
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Cosa unisce le due crisi
Cosa unisce le due crisi
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.