Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

I soldi di Mosca sulle elezioni

Il terremoto politico per le rivelazioni dell'Intelligence Usa

Giancarlo Santalmassi 14/09/2022

I soldi di Mosca sulle elezioni I soldi di Mosca sulle elezioni L’avevo scritto esattamente 5 giorni fa: c’era il forte rischio che la Russia compisse opera di hackeraggio sulle lezioni italiane del 25 settembre. Oggi una conferma: l’intelligence di Washington sostiene che Mosca ha stanziato 300 milioni di dollari (non proprio una bazzecola) destinati a partiti stranieri in 20 paesi europei. I trasferimenti sarebbero cominciati nel 2014. Sorpresa di tutti, minaccia di querele, insomma il consueto (e secondo me obsoleto) armamentario di autodifesa.E se dovesse emergere che Lega ha preso soldi da Mosca? È stato chiesto alla leader di Fratelli d'Italia: "Credo che non succederà. Sono mesi che se ne parla, ma non è emerso nulla. Sono tutte verificabili le nostre forme di finanziamento. Sono certa che Fratelli d'Italia non prende soldi da stranieri", ha detto ancora Meloni, annunciando una querela a Repubblica e a Kurt Volker, ex ambasciatore Usa alla NATO che in un’intervista afferma che anche Fdi avrebbe ricevuto aiuti. "Repubblica e Volker ci portino le prove. Siccome non ci sono, penso che la querela sia inevitabile". "Mai chiesti e mai presi soldi, rubli, euro, dinari, dollari dalla Russia - dice Salvini - Se qualcuno ha preso soldi lo dica. Mi sembra che qualcuno, soprattutto a sinistra, usi questa storia per non parlare di Italia bollette, cartelle fiscali e lavoro. Chi aiuta la Lega lo fa in Italia, in modo trasparente e spontaneo”.
 
Di Maio chiede una commissione d’inchiesta: “Putin ci ha fatto salire di 10 volte le bollette e ora sta provando a influenzare la campagna elettorale. Noi non abbiamo certezza, però è per questo che io chiedo l'istituzione di una commissione d'inchiesta tra partiti italiani e il mondo russo". Il presidente del Copasir Adolfo Urso che si trova negli Stati Uniti, afferma di essersi "confrontato con l'Autorità delegata alla sicurezza della Repubblica Franco Gabrielli" sul rapporto dell'intelligence Usa "ed al momento non esistono notizie che ci sia l'Italia" tra i Paesi coinvolti. "Mi sono doverosamente confrontato - ha spiegato Urso - con il sottosegretario Gabrielli perché è il Governo ad avere eventualmente notizie attraverso i canali ufficiali che riguardano anche i rapporti tra le nostre agenzie d'intelligence e ci è stato detto che in questi dossier non ci sono notizie che riguardano l'Italia". Occhio: il 25 settembre si avvicina.
 
Altre sull'argomento
Altro parere
Altro parere
Chi vuole rappresentare davvero questo Pd?
Ragioni e torti di Berlino
Ragioni e torti di Berlino
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Gas, l'inverno non Ŕ al sicuro
Gas, l'inverno non Ŕ al sicuro
Nonostante le rassicurazioni del ministro Cingolani
Gli incubi da scacciare
Gli incubi da scacciare
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.