Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Vertice delle democrazie

Buoni e cattivi secondo Biden

Rocco Cangelosi 25/11/2021

Vertice delle democrazie Vertice delle democrazie Annuncia tempesta il vertice  sulla democrazia convocato da Biden,che si terrà  il 9 e 10 dicembre on line e verrà  replicato in presenza tra un anno. In effetti l'invito rivolto a Taiwan che sarà rappresentata dal proprio ministro degli esteri, ha suscitato una reazione furiosa da parte della Cina che rischia di mandare in fumo i timidi segni di disgelo emersi dal recente vertice tra Biden e Xijingping. La Cina non lascera' passare lo strappo americano senza colpo ferire e molto probabilmente reagirà  con qualche azione spettacolare volta a riaffermare il principio di una sola Cina.
 
Ma non basta. I criteri in base ai quali il Presidente  americano ha prescelto 110 Paesi, escludendone 98, appaiono  quanto meno opinabili. Molti dei Paesi invitati infatti  sono ben  lungi dal rappresentare  un modello per la  democrazia, come Iraq, India e Pakistan, altri come Turchia, Emirati Arabi, Arabia Saudita, Qatar , Egitto, Giordania, tradizionali alleati degli Stati Uniti sono stati esclusi. Esclusa anche l'Ungheria di Orban, ma non la Polonia. Sara' invece presente  il Brasile di Bolsonaro.Il vertice mira a stigmatizzare  le autocrazie  o le false democrazie e in primis Cina e Russia, verso le quali Biden intende dirigere le maggiori critiche. Ma il vertice fortemente voluto da Biden come un punto qualificante della sua Presidenza, rischia di risolversi in un grande flop e di suscitare  profondi malumori tra gli esclusi.
 
Si tiene peraltro in un momento sempre meno propizio per la democrazia nel mondo. Basti pensare al colpo di Stato in Sudan, alla situazione in Etiopia, ai talebani al potere in Afghanistan, dopo vent’anni di presenza americana, senza considerare le involuzioni sovraniste di alcune  democrazie europee come Ungheria e Polonia.In definitiva, il Vertice più  che rappresentare  un esercizio mirante a esaminare le cause del declino delle democrazie nel mondo e a individuare gli strumenti più  idonei per rilanciarne il ruolo, sembra piuttosto una piattaforma  mediatica mirante a stigmatizzare  i regimi considerati più  ostili all'America e in particolare  Russia e Cina.
 
Altre sull'argomento
Meno crescita quest'anno e rimbalzo nel 2023
Meno crescita quest'anno e rimbalzo nel 2023
Le prospettive del nostro Pil nelle previsioni dell'Fmi
Ucraina alla resa dei conti
Ucraina alla resa dei conti
Aumentano le possibilità di un attacco e i russi minacciano di ...
Le ambiguità tedesche sul gasdotto Nord Stream
Le ambiguità tedesche sul gasdotto Nord Stream
Un progetto economico è diventato una pedina geopolitica
Macron-confusione sull'Ucraina a Strasburgo
Macron-confusione sull'Ucraina a Strasburgo
Condivisione con gli Usa o autonomia UE verso Mosca?
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.