Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Gran Bretagna alla paralisi senza immigrati

Gli effetti della Brexit su approvvigionamenti e agricoltura

Stefano Micossi 27/09/2021

Gran Bretagna alla paralisi senza immigrati Gran Bretagna alla paralisi senza immigrati File alle pompe di benzina e scaffali vuoti in molti supermercati. Mentre mancano gli operai negli allevamenti di polli e altre attività agricole. Queste sono le prime delizie di Brexit, la cui principale motivazione era appunto quella di proteggere il lavoro inglese dagli immigrati dall’Est europeo, che sono tornati a casa, non guidano più i grandi camion della distribuzione commerciale e non vanno più nei campi a lavorare per bassi salari e lavori stagionali.
 
Il governo, in grande imbarazzo, ha deciso di concedere 10.500 visti temporanei di lavoro; la camera di commercio stima che ne servano 90.000. Ministri probrexit invitano a non cedere alla pressione e ad aumentare i corsi di formazione per camionisti. L’incubo è quello del blocco delle forniture per la stagione natalizia alle porte. Non è disponibile un commento di Nigel Farage
 
Altre sull'argomento
Brexit, l'economia della scarsità
Brexit, l'economia della scarsità
E il paradosso dell'innovazione
Lo scontro Ue-Polonia richiede fermezza
Lo scontro Ue-Polonia richiede fermezza
A cominciare da ritorsioni economiche, ma Varsavia non lascerà l'Unione
Lo spirito che chiede l'Europa
Lo spirito che chiede l'Europa
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Definire una politica chiara verso la Cina e l'Indo-Pacifico
Definire una politica chiara verso la Cina e l'Indo-Pacifico
Ecco la sfida che la crisi dei sommergibili pone a Francia e Ue
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.