Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

L'Italia crocevia delle diplomazie mondiali

Il nostro governo al centro dei dossier più delicati, dall'Iran al conflitto israelo-palestinese

Rocco Cangelosi 30/06/2021

L'Italia crocevia delle diplomazie mondiali L'Italia crocevia delle diplomazie mondiali Mai come quest’ anno, l'Italia si era trovata al centro della diplomazia internazionale. E non si tratta di una semplice coincidenza dovuta alla Presidenza di turno del G20 o della Copresidenza della Cop 26. L'Italia sta vivendo il suo momento di centralità grazie al prestigio internazionale del suo premier Mario Draghi divenuto punto di riferimento per molti capi di Stato e di Governo sia nel contesto europeo, dove Angela Merkel è in uscita e Macron è  alle prese con una difficile campagna  elettorale,  sia nel rapporto con gli americani, grazie a una solida intesa con Joe Biden. La riunione a Matera dei ministri degli esteri del G20 è una chiara testimonianza del lavoro paziente che Draghi e il suo staff stanno svolgendo. Non si tratta più  del trito stereotipo che per troppo tempo ha visto l'Italia  nel ruolo di generoso anfitrione, mentre gli altri Paesi tessevano le fila degli accordi più significativi. Gli incontri con Blinken, i colloqui romani di quest'ultimo con il ministro degli esteri israeliano Lapid in merito all'accordo nucleare con l'Iran, il progetto italo-spagnolo per una soluzione dell'annoso problema israelo-palestinese, testimoniano l'attivismo della nostra diplomazia, chiamata adesso a trovare punti di convergenza nel difficile contesto del G20, dove si potrà  misurare il peso e l'influenza dei valori occidentali nel resto del mondo che conta.
 
Le intese raggiunte con Blinken sulla necessità di rilanciare i valori democratici contro tutte le autocrazie dovranno essere fatte valere nel confronto non solo con Russia e Cina, ma con quei partner del G20 che spesso rappresentano una democrazia formale. Spettera' alla presidenza italiana proporre le giuste mediazioni per trovare punti di convergenza sui dossier più delicati quali la lotta alle pandemie, i mutamenti climatici, il rilancio economico, la lotta al terrorismo e la difesa dei valori democratici, in un contesto politico fortemente influenzato dalla Cina, che già  manda  segnali di cautela, limitandosi a partecipare al G20 di Matera con il suo Ministro degli esteri solo in videoconferenza.
 
Altre sull'argomento
Le imprese e l'”uomo della necessità”
Le imprese e l'”uomo della necessità”
All'Assemblea di Confindustria ovazione per il premier Mario Draghi ...
Altro parere
Altro parere
Una sentenza che vale più di una riforma
Quei limiti delle due coalizioni
Quei limiti delle due coalizioni
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Caro energia, tra acquirente unico e intoppi alle rinnovabili
Caro energia, tra acquirente unico e intoppi alle rinnovabili
Non pare che concentrare gli acquisti in Europa avrebbe mitigato gli ...
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.