Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Il "complotto" contro l'America bianca

Persa la Georgia, perso il Senato: da qui l'assalto al Congresso

Maria Grazia Enardu 11/01/2021

L'assalto al Congresso Usa del 6 gennaio 2021 L'assalto al Congresso Usa del 6 gennaio 2021 I delinquenti che hanno assaltato il Congresso incoraggiati dal Sobillatore in Capo hanno ragione su un punto. C'è un complotto contro l'America, la loro, e si annida nelle urne elettorali. Trump è il cerino e pure il falò delle proprie vanità, ma non è il motore primo. Mercoledì al Congresso sono apparsi i veri attori, a loro volta manovrati e alimentati. Molti repubblicani volevano annullare il risultato delle presidenziali, il voto degli elettori di Arizona e Pennsylvania. Il discorso di Ted Cruz, senatore della Florida, è esempio di sedizione e tradimento. Siccome tanti dubitano dei risultati, ha detto, i risultati sono in dubbio, quindi falsi. Intanto, arrivava la notizia che in Georgia erano stati eletti due senatori democratici (uno nero e uno ebreo). I repubblicani perdevano così il controllo del Senato, dopo la Casa Bianca e la Camera: la catastrofe. Ed è dilagata una teppaglia con bandiere di ogni tipo, anche schiaviste, cappi, cappelli ed elmi con le corna, bianca di pelle, livida di rabbia.
 
Sturmtruppen contro quell'America che persegue il diritto elementare di ogni vera democrazia: il voto. Dall'abolizione della schiavitù (1865), una parte del paese intende mantenere il potere sopprimendo il voto di tanti. Ha avuto varie etichette (oggi è repubblicana), tira molte fila ma non tutte (la grande economia la usa ma non la ama). E' trasversale, tanti ricchi e troppi poveri, è populista e popolare, riscrive la storia, vive di menzogne e nuota in internet come piranha. Trump nel 2016 ha avuto quei voti e una fortuna sfacciata grazie al Collegio Elettorale, ma nel 2020 i democratici hanno schierato al fronte tutti i loro elettori. Il ribaltamento della Georgia, e del Senato, è stato la provocazione finale. E così, lanciato da Trump, è partito l'attacco dei MAGA (Make America Great Again) al nuovo e più odiato Congresso e ora stanno tutti al bivio. O di qua o di là, ma ci vorrà tempo, volontà e anche sana rabbia.
Altre sull'argomento
Yellen guida la ripresa americana
Yellen guida la ripresa americana
La ricetta per un robusto 2021 di crescita
Il metodo Biden
Il metodo Biden
Sleepy Joe alla Casa Bianca
Riflessioni di un boomer
Riflessioni di un boomer
Lotta alle discriminazioni e America da recuperare
Contundente
Contundente
Parcella
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.