Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Trump-Biden, il dibattito

Ma il vero protagonista Ŕ il pubblico a casa

Maria Grazia Enardu 30/09/2020

Trump-Biden, il dibattito Trump-Biden, il dibattito Ieri era in onda il primo scontro in tv tra Trump e Biden. In scena con Chris Wallace di Fox News (di rete filo-Trump ma molto professionale) nel letterale ruolo di moderatore: faceva le domande e poi cercava di trattenere i due, soprattutto Donald. 90 minuti, molto Covid, poi economia, tasse evase, Corte Suprema etc.
 
Indebolito da rivelazioni e sondaggi, Trump ha fatto il suo: interrompere, blaterare, mentire, tutto normale. Biden era legnosetto come sempre, con qualche affondo sarcastico e sorriso paziente. Ma attento a rivolgersi alle telecamere, non all'avversario. Dopo 20 minuti il pubblico, americano in diretta, globale in differita, più che seguire si poneva una precisa domanda. Il paese più importante del mondo, per scegliere un leader con potere enorme, globale, si riduce a questo. Un trombone bugiardo e pericoloso contro l'usato sicuro, 150 anni in due. In presenza di poche persone distanziate, mascherate, fuori dalla dinamica di un duello che in teoria può trarre energia dal pubblico in sala. In prima fila senza maschera, i figli di Trump.
 
E a casa, loro, gli elettori. Che i sondaggi dicono avere le idee già chiare, anche se difficili da tradurre in previsioni, troppe variabili, Biden pare in vantaggio ma il voto popolare non basta, si è visto nel 2016. Un pubblico attento a vedere come se la cava il suo candidato e se l'avversario fa errori, unanime solo nel giudicare il confronto un disastro. Gli indecisi veri sono assai pochi. Più importanti i non decisi: chi pensa di non votare per paura di covid o difficoltà varie e potrebbe decidere di muoversi o dare voto per posta. E tutti, salvo il famoso zoccolo duro di Trump, avviliti, anche dal dibattito. Repubblicani presi dalla spirale e incapaci di uscirne, democratici di linea "o Biden o si muore", indipendenti che non possono essere più tali. Mancano 5 settimane, e quel che spaventa tutti sono le settimane dopo il 3 novembre. Argomento tabù.
Altre sull'argomento
La nuova Casa Bianca, donne e non solo
La nuova Casa Bianca, donne e non solo
Le scelte e i rischi di Biden
 Le spine mediorientali di Biden
Le spine mediorientali di Biden
Il rischio di un conflitto fra Iran, Israele e le monarchie sunniti ...
La trappola delle correlazioni
La trappola delle correlazioni
L'elezione di Biden e il confronto coi populisti
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.