Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Il condominio del Nilo tra nuovi e vecchi padroni

Il conflitto tra Egitto ed Etiopia attorno alla nuova grande diga

Maria Grazia Enardu 22/07/2020

La diga etiope in fase di completamento La diga etiope in fase di completamento Da sempre il Nilo fa e disfa. E' il fiume più lungo del mondo, 6700 km, e attraversa ben 11 stati. Il Nilo Bianco parte dall'Africa centrale, Ruanda. Il Nilo Azzurro, più corto ma più ricco, dal lago Tana, in Etiopia. I due rami si uniscono a Khartoum, in Sudan, paese che da millenni tutti i faraoni, fino a Nasser, hanno cercato di controllare, perché il Nilo è l'Egitto, gli dà acqua nel deserto, identità, leadership e pure energia, con la diga di Assuan. Nessuno tra gli stati a monte era in grado di fermare il Nilo, finché l'Etiopia, uscita dal medioevo e da guerre varie, non ha deciso di farsi una diga sul suo Nilo Azzurro, per avere energia e sviluppo. Ora completata, occorre solo riempire il bacino, stanno arrivando le piogge. Per l'Etiopia, con le sue forti divisioni etniche, la diga è unitaria. Immaginata da Hailé Selassié negli anni '60, è stata iniziata nel 2011, quando cadeva Mubarak e l'Egitto era sottosopra. E' stata pagata da tutti gli etiopi, ognuno proprietario di un pezzetto di un sogno, infatti si chiama Rinascimento. Però è intervenuta in soccorso dei debiti la Cina e comunque il giovane presidente Abiy Ahmed, premio Nobel per la pace nel 2019, ci ha puntato tutto.
 
Il Sudan si è rassegnato ma l'Egitto no, ha fatto convocare pure il Consiglio di Sicurezza Onu. Ci sono sul tappeto due questioni. Una visibile, l'acqua e soprattutto i tempi di riempimento del bacino della diga. Il Nilo di suo già non basta all'Egitto, se i tempi fossero pochi anni, si parla di attacco aereo mirato. Ma sotto c'è un'altra questione. L'Egitto ha oltre 100 milioni di abitanti, quasi tutti lungo il grande fiume, l'Etiopia ben 110 e tutti e due sono in veloce crescita, una bomba. E dietro ai numeri c'è il ruolo. L'Egitto si sente il leader del mondo arabo e del continente africano. L'Etiopia, poverissima, cresce a vista d'occhio e vuole un suo futuro. Sono in rotta di collisione perché il Nilo è un perfetto esempio di conflitto a somma zero. Se arrivasse un'annata di siccità, sarebbe mortale, pure il clima rema contro, e il Nilo interessa anche l'Europa, perché alla fine - esausto - si butta nel Mediterraneo.
Altre sull'argomento
Altro parere
Altro parere
Per favore risparmiateci Covidopoli
Ripartire con i fatti
Ripartire con i fatti
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Il caso Regeni tra etica e Real Politik
Il caso Regeni tra etica e Real Politik
La vendita delle due navi militari all'Egitto
Altro parere
Altro parere
Gi¨ le mani da Montanelli o cancellate pure Maometto
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.