Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Scivolone di Boris sull'intelligence

L'uomo giusto al posto giusto per sbaglio

Maria Grazia Enardu 20/07/2020

Boris Johnson Boris Johnson Negli ultimi governi di Londra, May e Johnson, Chris Grayling è famoso per i disastri combinati in vari ministeri. Treni nel caos, carceri in rivolta, noleggi marittimi a compagnie senza navi. Costo dei danni, circa 3 mld di sterline, potevano dargliene uno e tenerlo a casa. Giorni fa, Chris l'Inetto stava per essere paracadutato da Johnson alla presidenza della commissione parlamentare per l'intelligence. I commenti si sprecavano, per legge non spetta a Johnson nominare o indicare, ma tocca alla commissione, a maggioranza Tory, scegliere il proprio capo. Uno dei Tory, Julian Lewis, era molto qualificato, ha presieduto la commissione Difesa ed è pure un filo-Brexit duro. Così quando Grayling  è andato a votare per se stesso, ha scoperto un'altra candidatura, quella di Lewis. Eletto con voto proprio e di Labour etc deliziati, Lewis è stato accusato di intelligenza col nemico (sic) ed espulso dal gruppo Tory ai Comuni, ora è Indipendente. In tanti si sono fatti una risata e Lewis ha promesso che presto uscirà il rapporto sulle attività russe nel Regno, rinviato da Boris per mesi chissà perché. Lewis è famoso pure perché non usa mail, solo telefono, fax, lettere, non si fida.
 
Boris voleva Grayling, sbeffeggiato da anni e quindi a lui grato all'estremo, nel posto da cui passa tutto, proprio tutto. Quel che fanno i russi, dentro e fuori; quel che fanno i cinesi (vedi giravolta di Boris su Huawei); quel che fanno, dicono, minacciano gli americani, Trump o Biden importa poco. In un campo dove ci si gioca una delle pochissime pedine rimaste dei bei tempi andati, l'intelligence, nel giro dei Cinque Occhi (Usa, GB, Canada, Australia, Nuova Zelanda), la rete segreta che spia il mondo.  Boris è nervoso, ha una solida maggioranza che ahimè squaglia come burro sul virus, sull'economia - e poi c'è il Brexit. Elementare, aveva detto a Grayling, infatti alla fine è andata alla grande.
Altre sull'argomento
Londra esclude Huawei e imbarazza il nostro governo
Londra esclude Huawei e imbarazza il nostro governo
Pressioni Usa per abbandonare il 5G cinese e di Pechino che ricorda ...
Altro parere
Altro parere
Katrina e gli stereotipi dei dem americani
Brexit, la parola fine Ŕ ancora lontana
Brexit, la parola fine Ŕ ancora lontana
Johnson tira dritto ed esclude proroghe al negoziato con la Ue
A chi conviene la guerra fredda
A chi conviene la guerra fredda
Le tensioni Occidente-Oriente rafforzano i regimi autoritari, non le ...
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.