Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Le polemiche sulla liberazione di Silvia-Aisha

Il pagamento del riscatto e i dubbi sull'attivitÓ delle Ong

Giancarlo Santalmassi 13/05/2020

Le polemiche sulla liberazione di Silvia-Aisha Le polemiche sulla liberazione di Silvia-Aisha La questione della liberazione di Silvia Romano sarà un’arena che rimarrà aperta a lungo, essendo quella iniziata su la7 da Giletti non ancora finita. Inutile parlare di sindrome di Stoccolma: lì furono dei rapinatori a sequestrare alcuni privati e per qualche giorno: istintivamente i prigionieri cominciarono a condividere le ragioni dei banditi. Silvia è tornata a casa, sana e salva (e questo è l’ovvio aspetto positivo) dopo quasi due anni di ‘prigionia’, ma in mano a terroristi. È tornata convertita all’Islam e anche questo ci sta: in Italia la libertà di culto è garantita dalla nostra Costituzione. Si fa chiamare Aisha, come una delle mogli di Maometto. E anche qui, da quando si possono battezzare con nomi stranieri i figli all’anagrafe niente da eccepire.
 
Le polemiche aspre restano sul pagamento del riscatto. Impossibile bloccare i beni del sequestrato, perché inutile: qui ha pagato lo Stato, non la famiglia. La cifra? Si dice quattro (ma potrebbero essere quaranta) milioni di dollari. Mantenere il silenzio? Impossibile. Ormai tra social e intercettazioni si viene a sapere tutto. Polemiche anche sulle ONG che hanno un ruolo ambiguo (non tutte) nel Mediterraneo. Forse ci vorrebbe più cautela a inviare persone in certe aree in base a un’idea vecchia: ‘invece di mandare pesce per sfamarli insegniamogli a pescare’. Infine un’ultima considerazione. A tacere di molti difetti registrati nella liberazione di Aisha, (uno su tutti: a Ciampino c’erano Conte e di Maio: una foto opportunity non si nega a nessuno. Non bastava il generale Carta comandante dell’Aise?) si ha l’impressione che lo Stato abbia buttato 130 milioni di dollari. Mi spiego. Tanto (130 milioni) pare costi l’aereo dell’Aise (i nostri servizi segreti che operano all’estero) che ha riportato in Italia Silvia Romano. Ebbene quell’aereo, come è atterrato a Ciampino è diventato inutilizzabile. Foto e Tv l’hanno ripreso a lungo svelando la matricola del Boeing: EC-MUB. Da quel momento non può più essere usato per operazioni di intelligence.
Altre sull'argomento
Contundente
Contundente
SobrietÓ
Altro parere
Altro parere
A ognuno la sua icona
La liberazione di Silvia tra libertÓ personale e ragion di Stato
La liberazione di Silvia tra libertÓ personale e ragion di Stato
La conversione all'Islam, la questione del riscatto, l'alleanza con la ...
Il Paese dei bonus
Il Paese dei bonus
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.