Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Boris a valanga, Brexit vicina

Ma restano tutti i problemi dei futuri rapporti con Ue, Scozia e Irlanda

Rocco Cangelosi 13/12/2019

Boris a valanga, Brexit vicina Boris a valanga, Brexit vicina La vittoria a valanga di Boris Johnson mette fine all'incertezza. La Brexit si farà entro il 31 gennaio, come promesso. Dopodiché comincerà il lungo negoziato per un accordo di cooperazione e commercio con l'Ue. Per avere accesso al mercato unico  ed evitare le lunghe code a Dover e Calais le opzioni sul tavolo restano sempre le stesse: accordo tipo Norvegia o tipo Canada, o qualcosa di simile. Ma una cosa è certa. In nessun caso Londra potrà più avere accesso alla cabina di comando dell'UE. Mai come ora Brexit is Brexit. Gli inglesi hanno scelto, dimostrando che la scelta per il leave era ben consolidata nell'elettorato e non sarebbe cambiata con un nuovo referendum.
 
Esce sonoramente sconfitto Jeremy Corbyn, che ha tenuto un atteggiamento ambiguo sulla Brexit e ha inseguito improbabili  utopie  socialiste inizio secolo scorso. Perdono anche i lib-lab, colpevoli di aver snobbato la pancia dell'elettore medio britannico puntando meramente sulla revoca della Brexit. Tiene invece lo Scottish National party di Nicole Sturgeon, col quale Boris dovrà fare i conti.
 
Tutti i problemi della vigilia rimangono sul tavolo: il referendum per l'indipendenza della Scozia, la reale tenuta del backstop irlandese, e le pulsioni di unificazione delle due Irlande, senza contare i problemi  economici interni a partire dal servizio sanitario nazionale e dalla disoccupazione nelle aeree post industriali come il Galles, finora sostenute dai fondi UE. Per il momento la sterlina festeggia, ma le reali capacità di leadership del trionfatore del 12 dicembre si misureranno nei prossimi mesi.
 
Altre sull'argomento
Brexit, i rischi finanziari di avvicinarsi troppo agli Usa
Brexit, i rischi finanziari di avvicinarsi troppo agli Usa
Con la de-regolamentazione americana la City di Londra rischia di ...
Le domande sul Green Deal della Ue
Le domande sul Green Deal della Ue
Da dove verranno i mille miliardi da investire e riusciranno a ...
Cosý l'universitÓ muore
Cosý l'universitÓ muore
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Tre strade per l'Europa
Tre strade per l'Europa
Per non restare marginalizzata tra i Grandi Paesi
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.