Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Da Hong Kong pu˛ partire la nuova guerra fredda

Pechino furiosa per la legge Usa a favore dei manifestanti, che criticano l'Italia

Rocco Cangelosi 29/11/2019

Da Hong Kong pu˛ partire la nuova guerra fredda Da Hong Kong pu˛ partire la nuova guerra fredda La situazione  di Hong Kong rischia di degenerare in una crisi internazionale di ampie proporzioni. La Repubblica popolare Cinese è in allarme dopo il risultato delle elezioni locali che hanno segnato una sconfessione clamorosa del governo di Carrie Lam appoggiato da Pechino. A questo si aggiunge la firma da parte di Trump dell'Hong Kong Human Rights and Democracy Act. Immediata la reazione di Pechino, secondo cui il pacchetto di misure a favore delle proteste antigovernative in corso da oltre 5 mesi nell'ex colonia britannica, minerà la cooperazione con la Cina "in aree importanti". Intanto a Hong Kong si festeggia nelle piazze e si ringrazia l'America. Anche l'Italia entra in qualche modo nel mirino di uno dei leader della protesta Josha Wong che si è detto deluso dalle dichiarazioni pilatesche del nostro ministro degli esteri Di Maio.
 
Ma al di là delle inevitabili schermaglie diplomatiche, c'è da attendersi una dura risposta cinese. La Cina non ha nessuna intenzione di cedere su Hong Kong, perché qualsiasi concessione verrebbe interpretata come un segno di debolezza e potrebbe aprire il vaso di Pandora delle minoranze uigure, tibetane, musulmane gravemente discriminate e represse da parte delle  autorità  cinesi. Tuttavia Pechino sembra essere per il momento in un cul de sac, poiché  una reazione affidata all'esercito potrebbe trasformarsi in un bagno di sangue, con gravi ripercussioni sull'immagine internazionale del Paese. Probabilmente Xi Jinping procederà in un primo tempo con cautela, cercando di soffocare la protesta con misure restrittive economiche, ma se l'onda di protesta dovesse superare il livello di guardia, Pechino non esiterebbe a ricorrere alle maniere forti. In questo contesto, il confronto con gli Stati Uniti finora rimasto sotto traccia, sembra ormai destinato ad essere la costante della politica internazionale nei prossimi anni e a inaugurare una nuova stagione della guerra fredda. 
Altre sull'argomento
Pelosi: Procediamo con articoli per impeachment su Trump
Pelosi: Procediamo con articoli per impeachment su Trump
Presidente furioso e pronto al contrattacco
Discutere di Europa fa solo bene
Discutere di Europa fa solo bene
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Altro parere
Altro parere
Lasciate nuotare in pace le sardine
Trump a Londra tra corone e impeachment
Trump a Londra tra corone e impeachment
Gravi accuse nel rapporto della Camera sull'Ucraina
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.