Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Il male oscuro dell'America latina

Le diseguaglianze crescenti e la fragilita' della democrazia

Rocco Cangelosi 23/10/2019

I disordini in Cile I disordini in Cile Evidentemente il caro carburante e' una miscela incendiaria, che dopo aver infiammato la rivolta dei gilet gialli in Francia, ha scatenato in Cile le proteste della popolazione con una reazione sproporzionata da parte del governo, che non ha esitato a proclamare lo stato d'assedio. S'infiamma il Cile, che rivive i fantasmi del passato con i carri armati nelle strade, ma la situazione non e' migliore in Ecuador, dove il governo ha dovuto fare marcia indietro sulla soppressione del contributo governativo al costo dei carburanti. Ma non basta: la Bolivia e' percorsa da proteste e scontri a seguito della contestatissima rielezione del presidente uscente Morales, per non parlare dell'Argentina che accusa l'ennesimo default delle sue finanze e si appresta a richiamare al potere i peronisti, o della persistente drammatica situazione in Venezuela. La precaria stabilità brasiliana si regge sul sistema autoritario imposto da Bolsonaro, ma la protesta sta montando in tutto il Paese per il caro vita e le disuguaglianze crescenti.
 
E' un panorama drammatico che coinvolge l'intero sub continente sudamericano, caratterizzato da una situazione sociale che vede strati sempre più vasti della popolazione in estrema povertà o al limite della sopravvivenza. Allo stesso tempo le dottrine dell'iperliberismo adottate in alcuni Paesi come Cile e Argentina, hanno determinato la concentrazione delle ricchezze in poche mani, con il risultato di rendere intollerabile per le fasce più deboli qualsiasi minimo aumento del costo della vita come ad esempio in Cile l'aumento del costo del biglietto dell'autobus. Le disuguaglianze crescenti e la concentrazione del potere in poche mani rendono impraticabili forme di democrazia credibili, data la riluttanza congenita delle classi dirigenti o meglio dominanti a intraprendere un serio percorso riformatore e a svolgere interventi concreti mirati a una migliore redistribuzione della ricchezza. Ne consegue una situazione di instabilità generalizzata dell'intero subcontinente, che si traduce in forme populiste autoritarie di destra alla Bolsonaro o di tipo chaviste come in Venezuela con Maduro o in Bolivia con Morales.
Altre sull'argomento
Altro parere
Altro parere
L'umore dei popoli
Almeno 8 morti per proteste in Cile. Presidente: Paese in guerra
Almeno 8 morti per proteste in Cile. Presidente: Paese in guerra
Dopo l'annuncio di nuovi rincari sul costo della vita
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.