Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

La riforma del Wto tra Usa e Cina

Va regolato il trasferimento di proprietÓ intellettuale

Fabrizio Galimberti 04/12/2018

La riforma del Wto tra Usa e Cina La riforma del Wto tra Usa e Cina Fra i tanti chiaroscuri della conclusione del G20 di Buenos Aires spicca l’accordo di principio sulla riforma del WTO. Che è ‘chiaro’ perché in effetti di una riforma c’è bisogno; ma è anche ‘scuro’ perché i contenuti della riforma sono tutti da definire. Dopotutto, tuttavia, è forse più chiaro che scuro, dato che conviene a tutti procedere a disinnescare il punto più forte del contenzioso Usa-Cina, cioè il cosidetto ‘furto’ di proprietà intellettuale. Non si tratta del caso estremo e già chiaramente illegale di spionaggio industriale, ma del fatto che la Cina richiede, per l’accesso e l’insediamento nel proprio mercato da parte di imprese straniere, il trasferimento delle tecnologie usate per produrre i beni in questione. Del tema e' bene che sia investito il WTO, perché il problema è globale. Il WTO fu creato quando lo scambio di beni riguardava essenzialmente i beni materiali – quelli che ti fanno male se ti cadono sul piede – mentre oggi dietro le produzioni c’è – ed è qui il vero valore dell’impresa – tecnologia, R&S e software..., il tutto nel contesto di catene globali di offerta che ridisegnano la divisione internazionale del lavoro.
 
Per la Cina sarebbe più facile cedere sulla questione della cessione forzata delle tecnologie se il problema fosse risolto nell’ambito di nuove regole del WTO, invece che in uno scontro diretto con l’America. E poi c’è tutta la questione dei servizi in genere, che costituiscono da tempo una quota maggioritaria e crescente della produzione di ogni Paese, mentre, per quanto riguarda gli scambi, la quota sul totale è ancora minoritaria, anche se in crescita. Studi del Fondo monetario indicano che se le regole che presiedono agli scambi di servizi fossero ammodernate, il Pil mondiale ne riceverebbe utile stimolo.
Altre sull'argomento
Caso Huawei, l'acqua e l'olio
Caso Huawei, l'acqua e l'olio
Grave mescolare potere esecutivo e potere giudiziario
G20 nel nome di Trump
G20 nel nome di Trump
Il triste tramonto del multilateralismo
L'Europa distratta su Kiev
L'Europa distratta su Kiev
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.