Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Il corpo del delitto

Il giornalista saudita sparito in Turchia

Maria Grazia Enardu 09/10/2018

Il corpo del delitto Il corpo del delitto Jamal Kashoggi era (è?) un giornalista poco amato dal governo saudita, soprattutto dal principe Mohammed bin Salman, che vuole mostrare il volto moderno di una monarchia feudale. Poche riforme sceniche, come permettere alle donne di guidare, e controllo ferreo su tutto il resto, compreso il silenzio sulla guerra in Yemen, che ha distrutto il paese ma concluso poco. Kashoggi viveva da un anno in Usa, era in Turchia per sposare una donna turca e gli servivano le carte. È andato al consolato saudita di Ankara due volte, ma la seconda non si è rivisto, ed era martedì. Dopo ore di attesa, la fidanzata ha dato l'allarme. Proteste, accuse, i sauditi dicono che è uscito, vivo, dal retro. Però si sanno alcune cose: 14 sauditi che non appartengono al personale erano entrati nel consolato, c'è chi la definisce una squadra speciale di  killer. Sono ripartiti poi in massa. E dopo giorni di polemiche, il console ha consentito a che la sede diplomatica venisse visitata da un fotografo della Reuters, anche le cucine. Avranno aperto i freezer? Forse sì. Ma un fotografo non viaggia con il luminol, che evidenzia anche minime tracce di sangue.  
 
Se si vuole ammazzare qualcuno, una sede diplomatica è l'ideale, c'è una extraterritorialità che è più politica che giuridica. Far sparire un cadavere non è impresa intellettualmente difficile, e non occorre nemmeno seppellirlo in cantina. Basta infilarlo in una valigia diplomatica. Anzi, parecchie, a tenuta stagna e messe su un volo per l'Arabia. Fossi un detective turco, guarderei arrivi, partenze e la lista delle valigie off-limits. L'hanno fatto in Turchia ma d’ora in poi i dissidenti sauditi all'estero sono avvertiti: possono finire nel bagaglio a mano. Ma chissà, forse hanno infilato Kashoggi in un'auto tutto intero, magari riapparirà pentito a Riyad, come il premier libanese Hariri, scosso ma vivo. Quel che conta è che tutti tremino.
Altre sull'argomento
La superbia e i soldi
La superbia e i soldi
Usa e sauditi cercano una via d'uscita
Wall Street in altalena
Wall Street in altalena
Ma l'economia americana si mantiene solida
Saving Prince Mohammed
Saving Prince Mohammed
Dopo la scomparsa di Kashoggi re Salman ha telefonato a Trump
Il cruciverba saudita
Il cruciverba saudita
Enigmi e incastri sul giornalista svanito
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.