Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

L'immersione di Mueller e le bolle di Giuliani

Tutto ruota attorno al possibile interrogatorio di Trump

Maria Grazia Enardu 27/07/2018

L'immersione di Mueller e le bolle di Giuliani L'immersione di Mueller e le bolle di Giuliani L’inchiesta sul Russiagate del procuratore speciale Mueller prosegue in un silenzio totale rotto solo da rari atti formali, come l’incriminazione di 12 russi annunciata alla vigilia del vertice di Helsinki tra Trump e Putin. Mueller sta anche analizzando i tweet di Trump per individuare un eventuale reato di ostruzione di giustizia, riguardo Sessions (Attorney general) e Comey (ex capo FBI). Reato di solito commesso nel buio, ma Trump ha un suo modus operandi. Qualcosa in più si sa grazie a Rudolf Giuliani, capo degli avvocati di Trump che non annovera tra le virtù il silenzio, così caro a Mueller. Giuliani straparla, provoca, rintuzza (in anticipo) e così si capisce un pò cosa fa Mueller. Poco, perché Giuliani fa molta tattica, sicuro che il suo avversario non smentisce, al massimo prende nota. E ne avrà prese parecchie.
 
L’ultimo duello unilaterale di Giuliani riguarda la questione più importante, se e come Mueller può interrogare Trump. Tutti sanno che in qualsiasi occasione Donald parli, è sicuro che sbrocca. Soprattutto quando rivanga, cambia argomento, insulta, insomma dà di Donald. Un Mueller con un elenco di domande - lo spago necessario - e un Trump a ruota libera è esattamente lo scenario che Giuliani cerca di scongiurare. Ma ogni volta che Rudolf interviene, le sue parole sono materia di anatomia per giuristi che ne colgono le contraddizioni e si chiedono dove voglia parare. La più recente e pericolosa è che per sostenere l’insindacabilitá di Trump, perché presidente, Giuliani apra il fianco all’impeachment. Oggi impossibile, con un Congresso repubblicano. Ma si avvicinano le elezioni di novembre. Nonostante lo zoccolo duro trumpiano, conteranno gli altri elettori: ex astenuti, neo-registrati, indipendenti, moderati stufi. Può arrivare un Congresso poco repubblicano. E a quel punto il taccuino di Mueller, un suo rapporto, possono essere tombali. Giuliani lo sa, ci gira intorno e fa le bolle.
Altre sull'argomento
Il prezzo pagato da Conte a Trump
Il prezzo pagato da Conte a Trump
Un "rapporto privilegiato" con molti obblighi
Conte arriva a Washington per incontro con Trump
Conte arriva a Washington per incontro con Trump
Per consolidare il feeling tra i due
Ubi tu, ibi ego
Ubi tu, ibi ego
Trump e Putin si incontrano dove possono
Il viaggio di Conte
Il viaggio di Conte
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.