Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Israele Stato Nazione, legge superflua ma necessaria

Voluta dalla destra crea sconcerto nella diaspora e allarma gli arabi

Maria Grazia Enardu 24/07/2018

Benjamin Netanyahu Benjamin Netanyahu Dopo anni di discussione la Knesset (120 membri) ha approvato per un pelo (62 voti) una legge "fondamentale" (= costituzionale, in un paese senza Costituzione) che definisce Israele come Stato ebraico. Parecchi punti sono stati annacquati, ad esempio non si concede a comunità ebraiche di escludere residenti arabi. E non si ricorrerà, in casi di vuoto legislativo, alle norme religiose ebraiche. L'enfasi è sul concetto di Nazione ebraica e di Stato ebraico: le due cose coincidono e il fatto che lo Stato abbia un 20% di cittadini non ebrei (mussulmani, cristiani, drusi, definibili come genericamente arabi) non ha fermato Netanyahu e men che meno il vero ispiratore, Bennett, dell'ultradestra. La legge ha molto turbato gli europei, con l'eccezione dell'ungherese Orban, in visita in Israele. La legge ha lasciato di sale gran parte della diaspora, soprattutto degli Usa, non perchè siano liberal turbati.
 
In fondo essa ripercorre temi (Stato nazione, bandiera, inno, capitale, lingua, sviluppo insediamenti) che sono solo la foto di oggi. Più che legiferare, prende nota di una situazione, di etnocrazia. Non è lo Stato-Nazione che avvilisce tanti (e certo lo trovano grave comunque) ma il complemento di specificazione: degli ebrei. Noi non ci badiamo nemmeno ma loro sì perché il vero fronte, finora di scaramucce ma da ora in poi di guerra, è la vecchia domanda: chi è ebreo? La legge religiosa è precisa: chi nasce da madre ebrea o si converte. Ma la linea femminile o la conversione sono terreno di innumerevoli battaglie, in sede civile o religiosa. In contemporanea, un rabbino è stato arrestato in Israele per aver celebrato un matrimonio fuori dalle regole del rabbinato. L'ebraismo è una religione senza gerarchie, ognuno può fare come vuole, ma l'alleanza politica tra rabbinato (ortodosso) e destra crea tensioni e spaccature. La legge fa infuriare gli arabi di Israele e spaventa molti ebrei, ed è quasi Costituzione.
Altre sull'argomento
L'intifada dei drusi in Israele
L'intifada dei drusi in Israele
Dopo la legge sullo stato-nazione ebraico
La fragile Giordania
La fragile Giordania
I profughi e le proteste per il carovita
Trump, Israele e l'Europa
Trump, Israele e l'Europa
La strage di Gaza dopo l'inaugurazione dell'Ambasciata Usa a Gerusalemme
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.