Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Putin scivola sulle pensioni

Il 92% dei russi contrario alla riforma previdenziale

Orietta Moscatelli 22/06/2018

Putin scivola sulle pensioni Putin scivola sulle pensioni Ha superato i 2 milioni di firme la petizione che chiede a Putin di non innalzare l’età pensionabile e per il presidente russo questa volta i guai si annunciano seri. La protesta è virtuale, ma chi sottoscrive l’appello, promosso da un sindacato su Change.org, ci mette il nome ed è pronto a scendere in piazza. L'oppositore Navalnyj chiede di farlo già domenica primo luglio, sfidando il divieto di manifestare durante i Mondiali.  La questione è epocale. Il progetto presentato dal governo il 14 giugno, a poche ore dal via di Russia 2018, rompe un tabù di sovietica tenuta, prospettando un aumento progressivo dell’età pensionabile: 65 anni per gli uomini entro il 2028 e 63 per le donne al 2034. Un vero shock per chi ora può smettere di lavorare rispettivamente a 60 e 55 anni, come decretato nel 1932 da Stalin. Nessuno ha più osato cambiare le regole che permettono ai russi di integrare stipendi spesso magri. Tutti i pensionati, o quasi, infatti, continuano a lavorare, intascando la precoce rendita pensionistica, che in media si aggira sui 13mila rubli (178 euro).
 
La petizione ricorda che per ogni pensionato ci sono 1,7 lavoratori: con i contributi al 22%; il deficit pensionistico è quindi in buona parte dovuto all’enorme sommerso russo. Inoltre, se l’aspettativa di vita è mediamente in crescita, in 62 delle 85 regioni resta sotto i 65 anni per gli uomini, in tre addirittura sotto i 60. Quindi il 40% dei russi maschi con le nuove regole morirebbe prima della pensione, idem il 20% delle donne. Per ora Putin tiene profilo basso e il suo ufficio stampa scarica sul governo: “Il presidente non partecipa” ai lavori per la riforma. Ma per i sondaggi il 92% dei russi è contrario. Tutti ricordano che nel 2005 Vladimir Vladimirovic, che resterà al Cremlino fino al 2024, prometteva: “Finché sarò io il presidente, l’età delle pensioni non si tocca”.
Altre sull'argomento
La tappezzeria nell'angolo
La tappezzeria nell'angolo
Il ônon tŕte-Ó-tŕteö Trump-Putin e l'interprete convocata al Congresso
Trump, il buio dopo l'Occidente
Trump, il buio dopo l'Occidente
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Altro parere
Altro parere
La resa americana
Se il miglior amico Ŕ l'ex nemico
Se il miglior amico Ŕ l'ex nemico
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.