Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

L'esplosione dell'Irlanda

Il voto per l'aborto sullo sfondo del Brexit

Maria Grazia Enardu 29/05/2018

L'esplosione dell'Irlanda L'esplosione dell'Irlanda L’Irlanda ha votato il 36º emendamento costituzionale per annullare l’8º,  cioè il divieto di aborto, con un risonante 66%. Fosse stato, come si temeva o sperava, un modesto 52% l’effetto sarebbe stato lo stesso, passava e basta. Ma quel 66% è fratello maggiore del 59% che nel 1974 confermò la nostra legge sul divorzio, la mitica Fortuna-Baslini del 1970. Come l’Italia, l’Irlanda aveva una Chiesa cattolica governante, anzi gli irlandesi di più, in questo simili ai polacchi, religione e nazionalismo in un mix che identificava il nemico, gli inglesi e/o i protestanti, per opprimere meglio la base cattolica. Infiniti scandali, lavanderie lager, cimiterini di figli della colpa, preti pedofili, hanno eroso il plurisecolare monolite cattolico. Ma l’Irlanda è cambiata profondamente anche per la vertiginosa altalena economica. Tigre celtica degli anni ‘90, poi caduta in grave recessione ma ripresasi da alcuni anni, con ritmi invidiabili. Gli irlandesi non sono più poveri e quindi sono cattolici diversi. Le campagne sono rimaste indietro, e lo mostrano i risultati del voto, ma il resto ha fatto un salto in avanti. Sferzato anche dal Brexit e dalle incertezze che questo suscita lungo l’unico confine di terra che si creerebbe tra Ue e Regno Unito.
 
A proposito, a Londra si sono congratulati ma a denti stretti. L’Ulster a maggioranza (ancora) unionista e protestante ha una legge sull’aborto molto restrittiva, solo per grave pericolo per la salute della donna. A Westminster, i 10 voti dei deputati unionisti reggono il governo May e Arlene Foster, leader unionista, ha detto che l’aborto rientra nella “devolution”, autonomia locale che non tollera interferenze neanche da Londra. Così, gli unici oppositori di una decente legge sull’aborto non sono più poche province vetero-cattoliche del detestato sud ma la fortezza protestante del nord. Sotto assedio politico-demografico, come Forster sa e non dice. Anche questo è Brexit.
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.