Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Lo stallo europeo e le banche

I rischi per il completamento dell'Unione bancaria

Marcello Messori 15/05/2018

Lo stallo europeo e le banche Lo stallo europeo e le banche Il Consiglio europeo di giugno avrebbe dovuto riaprire il cantiere della governance europea portando, fra l’altro, al completamento dell’Unione bancaria. In realtà, dopo che le divergenze fra Merkel e Macron sono diventate esplicite durante il conferimento del premio Carlo Magno della scorsa settimana, è quasi scontato che il vertice di giugno sancirà il ritorno a una fase di stallo negli assetti economico-istituzionali dell’euro-area. E lo stallo è destinato a durare fin dopo le elezioni europee del 2019. Questa probabile situazione, se dà più tempo al riassetto istituzionale italiano, risulta pericolosa per l’euro-area e – soprattutto – per il suo settore bancario. Essa promette, infatti, di bloccare lo schema di garanzia europea sui depositi (EDIS) e di distorcere l’intervento pubblico di ultima istanza (backstop) nei processi di risoluzione delle banche sull’orlo del fallimento, proprio in una fase in cui gli intermediari finanziari devono adattarsi a novità nella regolamentazione (MIFID 2 e limiti patrimoniali accessori) e nella redazione dei bilanci e fronteggiare rilevanti incertezze nelle regole e nei principi di vigilanza riguardo alla liquidazione degli stock e dei flussi di crediti problematici (NPL) e alla riduzione delle loro esposizioni eccessive in titoli pubblici nazionali.
 
Combinandosi con l’addensarsi di pesanti nubi sull’evoluzione del commercio internazionale e sulla stabilità politico–istituzionale dell’euro-area, l’eccesso di incertezza nel settore bancario europeo è una mina per la crescita economica. La ripresa dell’euro-area, che dura dalla seconda metà del 2013 ma che ha coinvolto l’Italia solo due anni fa, rischia quindi di evaporare. E’ essenziale che i leader europei siano consapevoli che i ritmi dell’economia spesso divergono dalle scadenze elettorali. 
Altre sull'argomento
Rischio stagflazione (e Venezuela)
Rischio stagflazione (e Venezuela)
Le promesse impossibili ci porteranno all'isolamento
Altro parere
Altro parere
Ecco la Terza Repubblica, tra le risate del mondo
Lezione ai populisti dal presidente serbo
Lezione ai populisti dal presidente serbo
Vucic, ex ultranazionalista, elogia l'Unione europea
Non si scherza con il fuoco
Non si scherza con il fuoco
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.