Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Segnali di pace dalle Coree

Summit al confine in aprile e incontro Trump-Kim a maggio

Rocco Cangelosi 09/03/2018

Donald Trump e Kim Jong-Un sulle tv di Seul Donald Trump e Kim Jong-Un sulle tv di Seul Mentre Trump scatena la guerra dei dazi contro Europa e Cina, giunge la notizia, confermata in un tweet dello stesso Trump, di un possibile incontro a maggio con il presidente nordcoreano Kim Jong-Un. Già segnali di una clamorosa svolta erano giunti da Seul in merito ai risultati dell'incontro avuto nella capitale dalla delegazione di inviati speciali del presidente Moon Jae-in con il leader Kim Jong-Un. Il governo di Pyongyang sarebbe pronto a sospendere gli esperimenti nucleari e il lancio di missili in cambio di una garanzia al regime. Le due Coree si sono accordate per tenere un summit al confine fra i due Paesi ad aprile. Lo ha annunciato l'inviato di Seul, dopo avere incontrato il leader nordcoreano Kim Jong-Un durante un viaggio a Pyongyang.
 
Sulla scia di questa sorprendente apertura una delegazione sudcoreana si è immediatamente recata a Washington per caldeggiare un incontro tra Trump e Kim Jong-Un per allentare le tensioni nella penisola coreana e nella regione asiatica circostante. Ancora una volta la diplomazia dello sport ha avuto successo. Infatti la partecipazione alle olimpiadi di inverno di una delegazione nordcoreana guidata da Kim Yo Jong, sorella di Kim Jong-Un, ha aperto la strada a un colloquio auspicabilmente fruttuoso tra i due governi. Lo storico incontro verrebbe preparato attraverso la stessa sorella del dittatore, che agisce ormai come suo inviato speciale. Una lettera in tal senso sarebbe stata già recapitata alla Casa Bianca.
 
Resta da vedere se si tratti solo di buone intenzioni o di un diversivo tattico per attenuare il morso delle sanzioni che indubbiamente cominciano a pesare sulla popolazione nonostante la sua celebrata resilienza di fronte alle privazioni. Tuttavia vi sono dei limiti alla sopportazione e questo potrebbe aver messo in allarme il regime che vede la sua sopravvivenza in pericolo. In ogni caso la finestra di opportunità che sembra aprirsi con l'incontro di aprile tra i due presidenti coreani e quello di maggio con Trump dovrebbe essere colta al volo dalla Comunità internazionale, sostenendo anche quello che potrebbe apparire solo un timido tentativo per avviare un processo di pace. D'altra parte per Trump aprire un contatto diretto con kim Jong-Un può rappresentare un successo da sbandierare al mondo come artefice della pace, facendo dimenticare i problemi interni alla sua amministrazione e le tensioni provocate dalla guerra commerciale.
Altre sull'argomento
Iran, Siria e dazi nei colloqui Trump-Macron
Iran, Siria e dazi nei colloqui Trump-Macron
Il Presidente francese parlerÓ anche a nome dell'Ue (sperando di non ...
L'attenzione Usa verso l'Estremo Oriente
L'attenzione Usa verso l'Estremo Oriente
In vista dell'incontro tra Trump e Kim
I dolori legali di Re Donald
I dolori legali di Re Donald
Battuto alla Corte Suprema (con voto determinante del ôsuoö giudice ...
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.