Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

A Cipro una crisi annunciata

Un conflitto aperto da Erdogan che coinvolge anche Ue e Nato

Rocco Cangelosi 13/02/2018

A Cipro una crisi annunciata A Cipro una crisi annunciata Il blocco imposto alla nave Eni della Saipem che avrebbe dovuto effettuare perforazioni nella zona economica esclusiva di Cipro rischia di provocare una crisi diplomatica che non riguarda solo l'Italia,ma anche l'Unione europea e la Nato. Si tratta tuttavia di un problema non nuovo che si ripropone ogni volta che il governo di Nicosia agisce come legittimo rappresentante di tutta l'isola, ruolo che gli è riconosciuto dall'Unione europea e dall'Onu, ma che Ankara non ha mai accettato in quanto ritiene la Repubblica nord di Cipro una entità statuale autonoma e sovrana. Solamente la Turchia infatti riconosce la dichiarazione di indipendenza della Rtcn, che al contrario è stata dichiarata "non valida dal punto di vista giuridico" da alcuni risoluzioni del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite.
 
L'ingresso di Cipro nell'unione Europea senza aver previamente risolto il problema della riunificazione dell'isola conduce inevitabilmente a crisi ricorrenti con il governo di Ankara allorché si toccano settori che possono riguardare gli interessi di Cipro Nord che in realtà sono quelli della stessa Turchia essendo in definitiva lo Stato occupante. Ciò premesso appare difficile che la situazione possa essere sbloccata da un'azione diplomatica dell'Italia o della stessa Unione europea. La prospettiva più probabile è un congelamento dello stato di fatto,in attesa di tempi migliori. Erdogan non può infatti perdere la faccia di fronte al governo del suo protettorato e difficilmente consentirà alla nave italiana di iniziare le perforazioni, né il governo di Nicosia potrebbe accettare compromessi che in qualche modo riconoscano la sovranità di Cipro nord sulla sua zona economica esclusiva. La crisi, aperta da Erdogan all'indomani della visita a Roma, minaccia di deteriorare ulteriormente le relazioni di Ankara con i suoi alleati Nato e rischia di coinvolgere l'Italia in un confronto dal quale potrebbe uscire perdente.
Altre sull'argomento
I veri padroni del gioco
I veri padroni del gioco
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
La Vecchia Europa e gli OGM
La Vecchia Europa e gli OGM
Senza basi scientifiche il divieto di coltivare mais transgenico
La manovrina che incombe sui partiti
La manovrina che incombe sui partiti
La Commissione Ue potrebbe chiedere misure aggiuntive per il 2017 e il 2018
Il Sud non Ŕ sexy...
Il Sud non Ŕ sexy...
...ma Ŕ lý che si decidono le elezioni
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.