Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

L'Italia insegue la pari dignitÓ con il trattato del Quirinale

Italia-Francia, valore aggiunto da verificare nel tempo

Rocco Cangelosi 12/01/2018

Emmanuel Macron e Paolo Gentiloni Emmanuel Macron e Paolo Gentiloni Francia e Italia hanno deciso di strutturare le loro relazioni bilaterali nella cornice di un vero e proprio Trattato di collaborazione che, emulando quello franco-tedesco dell'Eliseo, prenderà il nome di Trattato del Quirinale. La sua elaborazione, risultati elettorali permettendo, verrà curata da un gruppo di lavoro guidato dai due sottosegretari con delega alle relazioni Europee e di cui faranno parte, per l'Italia, personalità di alto livello come Franco Bassanini, Paola Severino, Marco Piantini. E' questo il risultato mediaticamente più rilevante emerso dall'incontro di Roma tra Macron e Gentiloni, annunciato proprio alla vigilia del rilancio del Trattato dell'Eliseo che verrà formalizzato il 22 gennaio prossimo, 55mo anniversario della firma, in una risoluzione comune votata contemporaneamente dall'Assemblea nazionale francese e dal Bundestag.
 
Il valore aggiunto che il nuovo Trattato porterà alle relazioni italo-francesi andrà verificato nel tempo, tenuto conto dei regolari vertici che già si svolgono almeno una volta all'anno tra i due paesi, ma l'annuncio risponde a una mai sopita rivendicazione italiana di pari dignità con i rapporti franco-tedeschi. Una legittima aspirazione, purché si traduca in un effettivo rafforzamento delle relazioni tra i due paesi e in un maggior peso dell'Italia in Europa, e non dia semplicemente l'idea di una politica velleitaria di un Paese che vorrebbe, ma non può, stare al passo con i suoi maggiori partner.
Altre sull'argomento
Se la crescita decelera
Se la crescita decelera
Le trappole sul cammino della ripresa
Altro parere
Altro parere
Macron e il maggioritario d'Oltralpe
Il Pd bicefalo
Il Pd bicefalo
La strategia elettorale tra Renzi e Gentiloni
La partita obbligatoria della sinistra
La partita obbligatoria della sinistra
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.