Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Il Papa chiede la de-escalation militare

A un mondo tornato agli anni Sessanta

Iacopo Scaramuzzi 13/11/2017

Il Papa chiede la de-escalation militare Il Papa chiede la de-escalation militare Non è un caso che nel discorso che ha rivolto ad un convegno in Vaticano sulle «prospettive per un mondo libero dalle armi nucleari e per un disarmo integrale», il passato venerdì, Papa Francesco abbia citato solo due predecessori, il Paolo VI della Popolorum progressio (1967) e il Giovanni XXIII della Pacem in terris (1963). Non si tratta solo dell’indubbia sintonia di Jorge Mario Bergoglio con i Papi del Concilio vaticano II (1962-1965), è la storia del mondo che sembra tornata all’epoca della crisi dei missili a Cuba. Il Papa che ha denunciato il fatto che, senza accorgercene, siamo già entrati nella «terza guerra mondiale a pezzi», guarda con preoccupazione alle schermaglie atomiche di Kim Jong-un e Donald Trump. Il presidente Usa, in particolare, non potrebbe essere più lontano dalla sensibilità di Papa Francesco. In un’intervista alla Civiltà cattolica, mons. Hyginus Kim Hee-Joong, presidente della Conferenza episcopale sudcoreana, ha dato voce a una convinzione che circola nel Palazzo apostolico: «I lanci dimostrativi di missili costituiscono un messaggio forte, quello di essere disposti a dialogare con gli Stati Uniti, ma solo su un piano di parità».
 
Organizzando una conferenza internazionale, con la partecipazione di ambasciatori, rappresentanti della Nato e dell’Onu, la Santa Sede ha mostrato platealmente il proprio desiderio di un disarmo nucleare radicale. Una «utopia attuabile», l’ha definita Bergoglio. Non si tratta, però, di una mediazione vaticana, come è avvenuto per Cuba o per la Colombia. Gli uomini del Papa non intendono rimanere col cerino in mano. Il presupposto della pace è che i protagonisti della escalation optino per la de-escalation. Come scriveva saggiamente Papa Roncalli nella Pacem in terris, citato da Francesco, l’eliminazione degli armamenti è impossibile «se non si smontano anche gli spiriti, adoprandosi sinceramente a dissolvere, in essi, la psicosi bellica». 
Altre sull'argomento
Il Papa tra fine vita e poverta'
Il Papa tra fine vita e poverta'
Il discorso di Francesco sulla "proporzionalitÓ'" delle cure mediche
Oggi hanno detto
Oggi hanno detto
Interviste da non perdere
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.