Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Theresa May alle corde

Cresce il disorientamento per le scelte della premier sulla Brexit

Rocco Cangelosi 11/09/2017

Theresa May Theresa May Cresce il disorientamento nella politica britannica per l'atteggiamento oscillante del governo britannico sulle questioni legate alla Brexit e per alcune decisioni discutibili assunte da Theresa May in merito alla gestione del processo legislativo che deve condurre alla nazionalizzazione di circa 12mila disposizioni comunitarie che dovranno essere abolite e sostituite dalla normativa britannica.
 
La proposta di concentrare nelle mani di un comitato controllato da Downing Street il lavoro per la trasposizione della normativa comunitaria in quella nazionale ha fatto gridare allo scandalo e ha provocato una mozione di censura dalla quale Theresa May, accusata di un colpo di mano senza precedenti che espropria il Parlamento delle sue prerogative, dovrà difendersi di fronte alla Camera dei Comuni, potendo contare, solo grazie al sostegno del partito unionista, su una maggioranza risicata, che potrebbe dissolversi durante il dibattito parlamentare, tenuto conto che anche alcuni importanti membri del suo partito hanno espresso perplessità sul varo di questa iniziativa.
 
Intanto Tony Blair continua nella sua campagna anti Brexit e propone di adottare una normativa più severa sul problema della immigrazione, ma rimanendo nella Ue. Si tratta di una posizione che sembra guadagnare terreno nell'opinione pubblica, preoccupata delle conseguenze che può comportare per l'economia britannica l'uscita dalla Ue. L'ex premier vuole spingere il segretario generale del Labour Jeremy Corbyn ad adottare la sua proposta come linea ufficiale del partito, nella convinzione che le difficoltà incontrate dal governo nel negoziato con l'Ue stanno rafforzando nell'elettorato il movimento di opinione favorevole al "remain".
Altre sull'argomento
Il budget del cancelliere Hammond
Il budget del cancelliere Hammond
Sopravvivere al Brexit, ma quale?
Brexit: gli errori di Londra ...
Brexit: gli errori di Londra ...
... e quelli di Bruxelles
Giorni cruciali per la Brexit
Giorni cruciali per la Brexit
Il primo dicembre il Consiglio europeo dovrÓ pronunciarsi
Brexit sempre pi¨ caotica
Brexit sempre pi¨ caotica
Aumenta il rischio di uscita dalla Ue senza accordo
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.